domenica 28 Febbraio 2021,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Terracina: il ritorno delle “supercazzole” della Blu Economy…

scritto da Redazione
Terracina: il ritorno delle “supercazzole” della Blu Economy…

Ritornano le supercazzole: la pista ciclabile di Levante, la mirabolante pista delle meraviglie, 2 milioni di euro buttati a mare che saranno vittima del libeccio e travolti dalla prima mareggiata. Ecco, i 2 milioni di euro spendeteli per farci le fogne sulla costa di Levante dove mancano (come in tante altre zone della Città dove mancano fogne ed acqua) e ci sono case e campeggi. E poi il Centro Studi di Biologia marina nella sede del ex depuratore di Acqualatina di Via delle Cave. Si quello che la montagna ha cacciato a colpi di breccole. In un posto a rischio 4 (il più elevato) dal PAI (Piano di assetto idrogeologico delle Regione Lazio) e al’interno della zona di caduta dei massi. Una idea a dir poco bizzarra…Supercazzole che non verranno ovviamente mai realizzate perchè servono solo a gettare fumo negli occhi allo “smarrito elettore”, perchè i loro affari sono altri: sono l’edilizia residenziale dove continueranno a cementificare, in nome della “sostenibilità”, suolo verde con villette ed appartamenti (v.di area ex Pro infanzia e Villa Adrover sul Lungomare, le 4 delibere per 95000 metri cubi approvate un mese fa), sono gli impianti di trattamento dei rifiuti, sono le concessioni, etc. Studiatela bene la Blu Economy…non ha nulla a che vedere con le Supercazzole.

Gabriele Subiaco
Europa Verde Terracina

Rispondi alla discussione

Facebook