lunedì 26 Settembre 2022,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Terracina. Il Pri sulle condizioni precarie della raccolta dei rifiuti esprime il suo malcontento

scritto da Redazione
Terracina. Il Pri sulle condizioni precarie della raccolta dei rifiuti esprime il suo malcontento

Il Partito Repubblicano Italiano di Terracina esprime tutto il proprio malcontento per le condizioni nelle quali versa l’attuale servizio di raccolta dei rifiuti e tutta la propria preoccupazione per le notizie che riguardano un possibile aumento del PEF 2012 per cifre vicine al milione di Euro.
Il servizio svolto dall’azienda attualmente incaricata è estremamente insoddisfacente ed inadeguato per la nostra Città. Sono molti i disservizi che quotidianamente i cittadini segnalano: dalla mancata pulizia dei cassonetti alla sospensione della raccolta degli ingombranti; dalla scarsa pulizia di Viale Europa al termine del mercato alla cronica mancanza di mezzi.
A questi disservizi dobbiamo aggiungere le molteplici giornate di sciopero effettuate nel corso di questi mesi a causa dei pessimi rapporti tra l’Azienda ed i lavoratori.
Non è certo nostra intenzione entrare nel merito di vicende che non ci riguardano, ma consideriamo inqualificabile l’esposizione mediatica di problemi interni all’Azienda e la criminalizzazione di lavoratori che ritengono di rivendicare propri diritti.
Infine arriviamo al ventilato aumento del PEF, che ove venisse approvato, a fronte di servizi così scadenti e a comportamenti così deleteri, verrà a gravare sulle tasche dei nostri concittadini già abbondantemente sottoposti ad una pressione fiscale altissima.
Tra le altre cose,questo aumento andrebbe ad aggravare una situazione resa già molto più costosa con le Delibere 55.56 e 57 approvate nello scorso mese di Luglio.
Il P.R.I. di Terracina ritiene che, in occasione della scadenza dell’affidamento del servizio (10 Dicembre) si debba avviare da subito la procedura di gara, senza procedere ad ulteriori proroghe dell’incarico in corso, per individuare un nuovo gestore del servizio stesso per il periodo transitorio, in attesa dell’affidamento definitivo a chi si aggiudicherà l’appalto in corso.
Ritiene inoltre che, nell’eventualità di un malaugurato aumento del PEF 2012, debbano essere analizzate attentamente le cifre che comporranno la somma finale  al fine di poter individuare con chiarezza le motivazioni per cui questa maggiore spesa si ritiene necessaria, proporre correttivi, valutare responsabilmente le conseguenze sui cittadini e decidere consapevolmente la linea di condotta da seguire in Consiglio Comunale.
Bisognerà,inoltre,essere molto attenti e determinati nell’accertare compiutamente le responsabilità che ci hanno portato a dover affrontare questa incresciosa situazione.
Auspichiamo che anche le altre forze politiche di maggioranza condividano le nostre preoccupazioni e vogliano accogliere le nostre indicazioni.

Il Partito Repubblicano Italiano di Terracina

Rispondi alla discussione

Facebook