mercoledì 19 settembre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Sperlonga e il mare d’inverno

scritto da Redazione
Sperlonga e il mare d’inverno
La Giunta comunale di Sperlonga ha adottato lo scorso 26 ottobre la delibera “Mare d’Inverno: Destagionalizzazione delle attività turistiche ricreative sul demanio marittimo”, con l’obbiettivo di “implementare – spiega il vice sindaco Francesco Faiola – l’offerta turistica di Sperlonga e le opportunità di lavoro nello spirito di affermazione della centralità della risorsa mare e delle infrastrutture turistiche ad esso collegate quale volano per l’economia locale.”
COMUNE DI SPERLONGA
Provincia di Latina
GIUNTA COMUNALE
DELIBERAZIONE
COPIA
numero 62 del 26-10-2017

2. Faiola Francescantonio ASSESSORE Presente
Cognome e Nome Carica
3. Maric Joseph ASSESSORE Presente
Presenze
4. COGODDA LORENA ASSESSORE Assente
ALBO ON LINE N. 1140 DAL 27-10-2017 AL 11-11-2017
OGGETTO:
-DESTAGIONALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ TURISTICHE RICETTIVE SUL DEMANIO
MARITTIMO IN ATTUAZIONE DELL’ART.18 DEL REGOLAMENTO R.L. 12.8.2016
N.19-periodo: 01 NOVEMBRE 2017-31.3.2018
In data ventisei 26-10-2017 alle ore 13:50 nella sala delle adunanze del Comune, convocata, la
Giunta Comunale si è riunita nelle persone seguenti:
1.
5. LA ROCCA CLAUDIA ASSESSORE
ESTERNO
Presente
CUSANI ARMANDO
PRESENTI: 4 -ASSENTI: 1
Partecipa Andrea Dr. Nappi SEGRETARIO COMUNALE
Constatato il numero legale degli intervenuti ARMANDO CUSANI assume la presidenza e
dichiara aperta la seduta invitando a deliberare sull’oggetto sopra indicato.
Acquisiti i prescritti pareri di cui all’art. 49 – Comma 1 – D.Lgs. 267 del 18.08.00:
SINDACO-PR
ESIDENTE
Presente
La Giunta Comunale
Richiamata la D.G.n.69 del 29.09.2016 recante ad oggetto “: Destagionalizzazione delle
attività turistiche ricreative sul demanio marittimo in attuazione dell’articolo 18 del Regolamento della
Regione Lazio 12 agosto 2016 n.19”;
Posto che l’Amministrazione comunale intende perseguire, come per il passato la
destagionalizzazione delle attività turistiche ricreative sul demanio marittimo, tra i propri
obiettivi primari quello di incentivare la destagionalizzazione delle attività turistico
ricreative in concessione sul demanio marittimo, nella direzione di una piena fruizione
delle coste per tutto l’arco dell’anno ed al fine di valorizzare economicamente il nostro
litorale anche nella stagione invernale;
Dato atto che, in coerenza con detta finalità, il Comune si è all’uopo dotato del Piano di
utilizzazione degli arenili approvato con delibera del Consiglio Comunale n.9 del
05.01.2001 e successivamente con DPGR n.311 del 3 luglio 2002, strumento
indispensabile per lo sviluppo e la valorizzazione della risorsa mare e per l’affermazione
di un nuovo modello di sviluppo sostenibile teso al recupero ambientale, alla tutela del
paesaggio e delle bellezze naturali ed, al contempo, ulteriore tassello di una strategia
mirata alla valorizzazione della fascia costiera quale elemento fondamentale per la
crescita e lo sviluppo dell’intero territorio comunale;
Considerato che la Regione Lazio, in attuazione della Legge Regionale 26 giugno 2015 n.
8, ha emanato il Regolamento recante la disciplina delle diverse tipologie di utilizzazione
delle aree demaniali marittime per finalità turistico ricreative;
Richiamato l’art.3 comma 2 della L.R. 26 giugno 2015 n.8 che, con riguardo al periodo di
apertura delle attività, dispone: “Al fine di promuovere la destagionalizzazione dell’offerta turistica
e lo svolgimento di attività collaterali alla balneazione sulle aree del demanio marittimo per finalità
turistiche e ricreative, l’utilizzazione delle suddette aree ai sensi dell’articolo 52, comma 1, può avere
durata annuale, fatto salvo quanto previsto dall’atto di concessione. 2. In attuazione del comma 1, le
strutture di facile rimozione utilizzate per finalità turistiche e ricreative, eventualmente presenti sull’area
demaniale marittima assentita in concessione, possono essere autorizzate dal comune, su istanza del
concessionario, a rimanere allocate sull’area demaniale marittima assentita in concessione per tutto il
periodo di durata della stessa, ove in possesso dei titoli abilitativi, delle autorizzazioni, dei pareri e degli
altri atti di assenso comunque denominati previsti dalla normativa vigente in
materi
a
“;
Visto l’art.18 c.2 del Regolamento approvato il 4 agosto 2016 il quale recita: “I Comuni,
anche nelle more di approvazione dei PUA comunali fissano, entro il 30 settembre di ogni anno
(termine ordinatorio), i criteri e le modalità ai fini del rilascio delle autorizzazioni di cui al comma
2, dell’articolo 52 bis della l.r.13/2007”;
Ritenuto opportuno intervenire in merito attivando, anche per l’annualità in corso, le
procedure previste dalle sopra citate norme regionali al fine di valorizzare e sviluppare il
potenziale dell’economia del mare ritenuta importanti e strategiche per il nostro borgo
marinaro;
Stimato altresì confacente agli intenti dell’Amministrazione continuare a dare seguito alla
chiara volontà da parte degli operatori, ampiamente manifestata in occasione degli
incontri intrattenuti con gli stessi, di voler svolgere attività di destagionalizzazione con
l’obiettivo di implementare l’offerta turistica e le opportunità di lavoro nello spirito di
affermazione della centralità della risorsa mare e delle infrastrutture turistiche ad esso
collegate quale volano per l’economia locale;
Tenuto conto delle ricadute positive sull’economia e sul turismo locale ottenuti l’anno
precedente con riguardo alle iniziative intrattenute che incoraggiano sempre più
l’adozione di un percorso volto alla valorizzazione della fascia costiera;
Visto il D.Lgs.267/2000;
Vista l’ordinanza balneare n.59 del 13.06.2011;
Richiamato il Piano di utilizzazione degli arenili approvato con delibera del Consiglio
Comunale n.9 del 05.01.2001 e successivamente con DPGR n.311 del 3 luglio 2002;
Preso atto che le disposizioni dettate dalla Regione Lazio per la destagionalizzazione
dell’offerta turistica risultano compatibili con le norme fissate dal richiamato e vigente
Piano di utilizzazione degli arenili;
Acquisiti i pareri favorevoli ai sensi dell’art.49 del D.Lgs.267/2000;
CON votazione unanime legalmente espressa
DELIBERA
– di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
– di stabilire, per l’effetto, che le attività esercitate sul demanio marittimo per finalità
turistiche e ricreative possono avere durata dal 01 Novembre 2017 al 31 Marzo 2018;
– di stabilire che le strutture di facile rimozione situate sul demanio marittimo assentito
in concessione, laddove in possesso dei prescritti requisiti di legge, possono essere
autorizzate dal Responsabile del Servizio ad avere la durata dal 01 Novembre 2017 al 31
Marzo 2018 previa presentazione di apposita richiesta all’Ufficio Demanio;
– di demandare all’Ufficio Demanio la verifica del possesso dei prescritti requisiti di legge
e la predisposizione e la pubblicazione sul sito istituzionale dell’Ente dell’apposito
schema di istanza di cui all’Allegato A, che con il presente atto si approva quale parte
integrante e sostanziale di esso, funzionale al rilascio della relativa autorizzazione la quale
dovrà essere corredata da ricevuta di versamento a favore del Comune di Sperlonga di
cinquanta (50) euro per spese di istruttoria;
– di stabilire che il Responsabile del Servizio potrà rilasciare la richiesta autorizzazione
nei limiti e nel rispetto delle seguenti prescrizioni:
l’orario di apertura e chiusura delle attività sull’arenile è stabilito  dalle ore 9:00 alle
17:00 salvo proroghe da autorizzare;
F.to ARMANDO CUSANI
IL PRESIDENTE
divieto di balneazione in mancanza del servizio di vigilanza  ben evidenziato con
apposito cartello e apposizione della bandierina rossa nel tratto di arenile in
concessione;
 pulizia della spiaggia assentita in concessione ;
 divieto di accesso sull’arenile durante l’orario di chiusura segnalato con apposito
cartello;
 richiamare l’osservanza del Regolamento Comunale per la somministrazione di
cibi e bevande;
– di dichiarare con separata ed unanime votazione resa nei modi di legge, la presente
deliberazione immediatamente esecutiva ai sensi dell’art.134 u.c. del Dlgs.267/2000.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+