giovedì 24 settembre 2020,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Spallanzani, eccellenza della sanità

scritto da Redazione
Spallanzani, eccellenza della sanità

“L’ospedale Spallanzani si conferma ancora una volta un’eccellenza della sanità italiana. Il coronavirus è stato isolato e sarà messo a disposizione della comunità scientifica.
Una notizia che ci riempie di gioia e che dimostra come il nostro sistema sanitario è in grado di raggiungere traguardi di livello mondiale.
L’Italia diventa interlocutore di riferimento per questa ricerca. Soprattutto il passaggio dell’isolamento del Coronavirus diventa imprescindibile per la corsa verso l’unica soluzione utile a fermare il contagio, e cioè un vaccino.
Si tratta di un grande successo scientifico dell’equipe medica dello Spallanzani. Intendo esprimere le mie più vive congratulazioni alle tre ricercatrici, Maria Rosaria Capobianchi, Concetta Castilletti e a Francesca Colavita, protagoniste di un’impresa che ci rende orgogliosi nel mondo. E’ la dimostrazione che la sanità italiana ed in particolare quella romana e laziale può avvalersi di professionisti. Ci tengo a sottolineare che a Roma come in tutta la nostra regione ci sono tanti medici, ricercatori e operatori impegnati quotidianamente a tutelare la salute di migliaia di pazienti, meritevoli della nostra ammirazione per il lavoro svolto con professionalità e sacrificio. I risultati hanno come protagonisti i medici, gli infermieri e i tecnici, che si rimboccano le maniche e fanno salti mortali per dare adeguata assistenza ai pazienti.
Le professionalità vanno premiate e tutelate. Auspico quindi l’aumento di risorse economiche per favorire l’incremento dei concorsi pubblici per le assunzioni a tempo indeterminato delle figure necessarie all’assistenza e alla cura delle persone. A partire dall’inserimento sempre più urgente di medici specialisti”.
Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+