domenica 29 Maggio 2022,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Sanità:”Proposta di legge sull’endometriosi, la sfida a Zingaretti”

scritto da Redazione
Sanità:”Proposta di legge sull’endometriosi, la sfida a Zingaretti”

“Una serie di emendamenti che rappresentano una sfida alla concretezza e al pragmatismo che lanciamo al presidente Zingaretti e alla sua maggioranza in merito alla proposta di legge, in esame in questi giorni nella commissione consiliare sanità, concernente la tutela delle donne affette da endometriosi. Un testo che condividiamo nelle sue finalità generali ma che non possiamo non ritenere mancante di un aspetto fondamentale, che dovrebbe appartenere ad ogni proposta di legge, che è la definizione dei percorsi e delle azioni reali da mettere in campo per tradurre quelli che, altrimenti, rischiano solo di essere buoni propositi. Per questa ragione ho deciso come Forza Italia di presentare una serie di emendamenti, prendendo anche spunto da quanto emerso nel corso delle audizioni svolte nell’ultima seduta sul tema, lavorando su alcuni assi che si ritengono prioritari: la prevenzione, con la creazione di percorsi dedicati e centri specializzati per lo studio, diagnosi, cura ed assistenza delle donne affette da endometriosi nei diversi stadi della malattia e la gratuità della pillola anticoncezionale quale terapia per il contrasto al diffondersi della malattia, la preservazione della fertilità, attraverso una serie di misure che agevolino la conservazione degli ovociti e l’accesso in casi gravi e di tardiva diagnosi alla Procreazione medicalmente assistita, la presa in carico del paziente attraverso percorsi dedicati e puntuali indispensabili per affrontare una malattia non curabile ed infine l’introduzione di agevolazioni per assicurare alle donne affette da tale patologia di svolgere l’attività lavorativa senza ulteriori oneri a carico della propria salute psichica e fisica. L’endometriosi è una malattia molto diffusa quanto ancora poco conosciuta. Per una diagnosi sono necessari dai sette ai dieci anni e spesso, purtroppo, si arriva a diagnosticarla quando gli effetti sono già non solo evidenti ma invasivi. Molte donne scoprono di essere affette da tale patologia quando magari stanno effettuando esami specifici per comprendere le ragioni di una mancata gravidanza. Alcune giovani sottovalutano i sintomi che si manifestano con il ciclo mestruale. Tutte si trovano di fronte ad una patologia altamente impattante ed invalidante in alcuni casi, ad interventi costanti per rimuovere le formazioni che attaccano le tube e le ovaie. Il tutto senza sapere esattamente a chi rivolgersi, quali siano i centri specializzati, le eventuali alternative ed opzioni per preservare la fertilità o ricorrere a tecniche di procreazione medicalmente assistita. La diagnosi di endometriosi è solo l’inizio di un calvario che spesso porta le donne a forme di depressione acuite dal disorientamento e non agevolate dagli alti costi che gli esami diagnostici, le visite specialistiche, da effettuare nel corso della propria vita, comportano a causa della necessità di rivolgersi al privato mancando strutture di riferimento e, soprattutto, a causa di liste di attesa lunghissime. Tutti elementi che se vogliamo dare anima a questa proposta di legge vanno colmati e resi attuativi anche sul piano delle tempistiche. Oggi le donne sono al centro di tante iniziative bellissime negli intenti ma inutili sul piano pratico. Questo gap va risolto. Mi auguro che questi emendamenti siano recepiti nel corso dell’esame dell’articolato e che Zingaretti e la sua maggioranza accettino una sfida che passa, di necessità, dalla capacità e volontà di guardare oltre gli steccati ideologici per compiere quel salto da teoria a prassi che purtroppo in questa Regione non trova adeguato spazio”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale del Lazio Giuseppe Simeone

I commenti non sono chiusi.

Facebook