sabato 19 settembre 2020,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Sanità regionale. “Bene il potenziamento al Dono Svizzero”

scritto da Redazione
Sanità regionale. “Bene il potenziamento al Dono Svizzero”

“Dunque qualcosa sembra muoversi finalmente nella sanità pontina. Prendo atto che sono state effettuate le prime prestazioni di Risonanza magnetica presso l’ospedale Dono Svizzero di Formia, così come nei prossimi giorni sono già state programmate ulteriori sedute finalizzate su pazienti ricoverati. Attendiamo con fiducia che con il mese di marzo venga assicurata la piena funzionalità dell’apparecchiatura.
Ho avuto inoltre rassicurazioni dal direttore generale dell’Asl sul nosocomio formiano relativamente al potenziamento di alcuni importanti servizi come l’Emodinamica, che sarà subito operativa h12 e mi auguro presto anche h24, come pure il reparto di Ortopedia, dove si sta procedendo con l’aumento dell’organico.
Più in generale devo riscontrare l’avvio di una fase caratterizzata da nuove assunzioni in diverse discipline mediche ospedaliere. Mi riferisco alle delibere dell’Asl sull’indizione di concorsi pubblici per il reclutamento di 150 medici di cui 48 per la Medicina e Chirurgia d’accettazione e d’urgenza, 17 per la Medicina interna, 4 per l’Ematologia, 20 per la Nefrologia e dialisi, 1 per la patologia clinica, 11 per Medicina fisica e riabilitazione, 15 per l’organizzazione dei servizi sanitari di base, 14 per Igiene epidemiologia e sanità pubblica, 20 per la Neuropsichiatria infantile.
Non è d’altronde più rinviabile il potenziamento del personale sanitario nei 4 ospedali della provincia, dal Dono Svizzero di Formia al San Giovanni di Dio di Fondi, passando per il Fiorini di Terracina ed il Santa Maria Goretti di Latina, nosocomi da troppo tempo alle prese con gravi carenze in termini di organico medico ed infermieristico.
La speranza dunque è che si acceleri definitivamente su questo versante, ponendo sempre al centro dell’attenzione i cittadini che non possono essere considerati alla stregua di numeri, bensì come persone i cui diritti devono essere le nostre priorità”.
Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+