lunedì 21 ottobre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Sanità, Lega:”Zingaretti tartassa i cittadini”

scritto da Redazione
Sanità, Lega:”Zingaretti tartassa i cittadini”

”Perché Zingaretti non cancella o non diminuisce, come
proposto anche dalla Lega nello scorso bilancio, la cosiddetta
aliquota Sanità dello 0,50% sull’Iperf pagata persino dai redditi al
di sotto dei 15mila euro e legata in teoria alla copertura del
disavanzo sanitario? Ben 980 milioni di euro, che proporremo di
eliminare con un emendamento nel prossimo bilancio. Addirittura una
parte dell’extra gettito viene utilizzata per altri scopi! Come mai il
Lazio non è uscito dal commissariamento il primo gennaio 2019 come
annunciato nel 2017 sia dal Presidente della Regione che dall’allora
ministro della Salute Lorenzin? Zingaretti ha preso in giro i
cittadini”. Lo afferma in una nota il capogruppo della Lega in
Consiglio regionale del Lazio Orlando Tripodi, che aggiunge: ”Insomma
Zingaretti tartassa i cittadini e persiste con una propaganda che
cozza con la realtà! Il segretario del Pd si renderebbe conto del suo
fallimento se iniziasse a girare i pronto soccorso degli ospedali, le
Case della Salute bocciate pure dai sindacati, oggi una ventina
rispetto alle 48 promesse nel 2013 da realizzare entro il 2014, e i
Punti di primo intervento, prossimi alla chiusura invece di avviare un
potenziamento per drenare gli accessi nei nosocomi”. Secondo Tripodi,
”la forbice di Zingaretti non riduce sia i tempi biblici delle liste
di attesa sia gli ingressi nei Ps, grazie ai tagli dei servizi in
particolare nelle province mandando in tilt Roma e favorendo la
mobilità passiva. Purtroppo questo fallimento non sembra essere
abbastanza per mandare a casa Zingaretti, il quale godrà tra qualche
giorno della nuova alleanza con il M5S e, nel caso di divisioni nel
centrosinistra o con i grillini, arriverà, come è spesso accaduto, il
soccorso di alcuni consiglieri del centrodestra. Una politica
vomitevole alla Pisana!”, conclude Tripodi.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+