domenica 26 Giugno 2022,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

scritto da Redazione
Roma&Lazio. La politica, le opinioni, i fatti

Maurizio Landini, Segretario Generale della FIOM, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , durante ECG Regione, format condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Sulla sua Coalizione Sociale: “Stiamo lavorando nella giusta direzione. Coalizione Sociale è davanti a un processo che deve coinvolgere le persone, le associazioni, mettendo in campo azioni nei territori. Proprio in questi giorni stiamo provvedendo a realizzare un primo appuntamento importante per la lotta per il reddito di dignità, per fare in modo che ci sia una spesa sociale che affronti le esigenze di chi ha più bisogno. Dobbiamo riunire ciò che si sta dividendo, a partire dal mondo del lavoro. Qualcuno sta tentando di denigrare la nostra azione, ma dobbiamo avere la pazienza di costruire nei territori pratiche concrete di mutualismo. I diritti che sono stati conquistati nel corso degli anni oggi vengono messi pericolosamente in discussione, è chiaro che questo vuol dire anche sul piano della cultura ricostruire un sentire sociale dell’agire collettivo“.
Sulle dichiarazioni di Renzi che ha detto che entro dieci anni l’Italia può contare, in Europa, più della Germania: “Mi sembra una frase senza senso. L’Europa in questo momento non c’è, di fatto chi sta dando le carte è la Germania e il Governo sta semplicemente applicando quelle che sono le linee dettate dall’Europa. Quelli di Renzi mi sembrano luoghi comuni che non vogliono dire nulla, spot, proclami di cui non capisco il senso. Cosa vuol dire, Renzi? Che porteremo i salari dei lavoratori italiani ai livelli dei lavoratori tedeschi?“.
Da Landini un’opinione sul caso Volkswagen : “Se c’è stata una truffa chi l’ha fatta deve pagare, ma quanto è accaduto dimostra che se si lasciano decidere solo le imprese non si va da nessuna parte. Non si può chiedere a chi ha creato questo modello di essere in grado di formarsi senza un intervento pubblico, della società, che tenda a rimettere al centro l’interesse del bene comune. Il Governo Renzi sul piano sociale rappresenta una pericolosa regressione. Sul caso Volkswagen, il rischio è che a rimetterci alla fine siano soprattutto i lavoratori“.
In chiusura una battuta sulle accuse lanciate da De Luca (Governatore della Campania) a rai 3 e al Fatto Quotidiano:Io credo che il problema sia quello, al contrario, di difendere e praticare la libertà d’informazione. Vedo un rischio in questa fase di un ritorno al controllo dell’informazione e alla messa in discussione della libertà di stampa, che invece è un qualcosa che deve essere garantita. Si rischia di tornare ad una tv di regime, quando passa l’idea che per fare le cose c’è un pensiero unico e viene denigrato chi non è d’accordo


TRASPORTI, PALOZZI (FI): “ESPOSITO TORNI A FARE IL SENATORE A TEMPO PIENO”
Ancora un inconviente tecnico, l’ennesimo, sulla metro A e dobbiamo tirare un sospiro di sollievo se nessuno si è fatto male. L’allarmante episodio di stamattina è “solo” la punta dell’iceberg di un sistema di mobilità capitolino a pezzi, che non riesce a trovare dignitosa soluzione a causa di una amministrazione comunale incapace e indecente. Un amministrazione, quella guidata dal sindaco Marino, che presenta limiti amministrativi evidenti, divenuti ancora più palesi in queste settimane che precedono il Giubileo. In particolare l’assessore ai Trasporti, che sinora in tema Tpl ha fallito su tutta la linea. Esposito è meglio che torni a fare il senatore a tempo pieno”. Così il consigliere regionale FI e vicepresidente della commissione Mobilità, Adriano Palozzi.


ANZIO, PALOZZI (FI): “BASTA POLEMICHE STERILI SU ORGANIZZAZIONE FESTA AZZURRA”
In merito alle sterili polemiche, emerse in questi giorni sull’organizzazione della Festa azzurra, manifestazione provinciale di Forza Italia che si svolgerà ad Anzio i prossimi 10 e 11 ottobre, mi preme fare alcuni importanti chiarimenti. Innanzitutto voglio ribadire con fermezza che questo evento, molto atteso da cittadini e simpatizzanti della provincia di Roma, è organizzato unicamente dal coordinamento provinciale di Forza Italia, che ho l’onore di guidare. Per l’ottima riuscita della festa sono state già fatte due riunioni di coordinamento provinciale, ascoltando idee e proposte per la crescita del nostro partito e per l’organizzazione dell’evento stesso. Durante tali incontri è emersa con entusiasmo la volontà di dare un importante contributo all’organizzazione da parte di due membri dell’esecutivo provinciale di Forza Italia, nonché espressione concreta del territorio: mi riferisco a Patrizio Placidi e Carlo Eufemi, coinvolti direttamente dal sottoscritto e per i quali nutro massima fiducia e assoluta stima. Premesso, dunque, che tutti coloro che intendono collaborare in prima persona per la realizzazione della manifestazione di Anzio sono i benvenuti, tuttavia non posso accettare ulteriori polemiche, sterili e dannose, di chi, invece di adoperarsi per la buona riuscita della manifestazione, perde tempo a dare responsabilità o colpe che non esistono. Esiste, semmai, il merito di chi ha voglia di impegnarsi fattivamente usando meno il telefono verso Roma e più impegno sul territorio: per loro la porta è sempre aperta. Altre considerazioni francamente non mi interessano”. Così il coordinatore FI per la Provincia di Roma, Adriano Palozzi.


Proseguono i disagi per gli utenti del trasporto pubblico capitolino, oggi si è fermata la Metro A per un inconveniente tecnico nella stazione di San Giovanni. L’Assessore ai trasporti del Comune di Roma Stefano Esposito è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ecg Regione Lazio”, condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).
Sono a Termini in incognito –ha affermato Esposito-. Purtroppo è una giornata storta, perché c’è stato un grosso problema sulla Metro A. Spero non mi riconoscano, altrimenti la gente giustamente me mena. Peccato che, mentre discutiamo di inutili fantasy pettegolezzi intorno ad Atac, stamattina c’è la Metro A bloccata. Lo vado dicendo da settimane che abbiamo un problema molto serio di manutenzione sulla rete, però preferiscono occuparsi se Micheli ha dato le dimissioni, se Augello pubblica una lettera… Purtroppo a Roma non c’è voglia di occuparsi di problemi veri. Purtroppo in questo momento per i trasporti dobbiamo affidarci alla fortuna”.

Rispondi alla discussione

Facebook