lunedì 18 novembre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Adinolfi (Lega): «Sabato a Roma per mandare a casa il governo dell’inciucio”

scritto da Redazione
Adinolfi (Lega): «Sabato a Roma per mandare a casa il governo dell’inciucio”
Sabato a Roma una piazza enorme e straripante restituirà al popolo l’orgoglio di sentirsi italiani. A Piazza San Giovanni il 19 ottobre sono attese centinaia di migliaia di persone che vorranno stringersi attorno a Matteo Salvini e sostenere la Lega che ha scelto di rinunciare alle poltrone del Governo piuttosto che tradire la gente che lo scorso 26 maggio l’ha votata come primo partito in Europa.
«Ecco perché sarà importante esserci, per ribadire il nostro no a questo Governo dell’inciucio e delle tasse. Un governo nato sotto i diktat di Bruxelles, Parigi e Berlino e che con questa manovra appena varata renderà ancora più difficile la crescita del nostro Paese, il lavoro e la vita dei nostri connazionali».
E’ il giudizio che l’Eurodeputato della Lega, Matteo Adinolfi, riserva alla Legge di Bilancio partorita ieri sera dal Consiglio dei Ministri, una legge che penalizza le partite Iva e il lavoro autonomo e non offre quasi alcun vantaggio ai lavoratori dipendenti, per non parlare delle imprese e degli investimenti.
«Del resto – spiega Adinolfi – quando si governa prendendo ordini dalla cancellerie straniere questi sono i risultati. Sabato dunque sarà importante testimoniare con la nostra presenza il nostro no a questo Governo dei porti aperti e del no alla Flat Tax, ribadendo la nostra voglia di voltare pagina pensando al futuro dell’Italia e dei nostri figli. La Lega pontina, che qui a Latina e in provincia è stata il primo partito sfiorando il 40% di certo non farà mancare i suoi uomini e le sue donne, i militanti e i dirigenti che si stanno organizzando per raggiungere la capitale. Invito dunque a contattare i nostri referenti sul territorio per unirsi a questo fiume pacifico di persone che invaderà la Capitale per mandare a casa chi ha paura del voto e della volontà popolare».

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+