lunedì 22 ottobre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Dai Comuni

Ξ 1 commento

Roccagorga – Il sindaco Amici vs Ciotti, “reazione acida alla democrazia”

scritto da admin
Roccagorga – Il sindaco Amici vs Ciotti, “reazione acida alla democrazia”

L’analisi di Ciotti “Quando piove è un disastro“- è il piccolo “saggio analitico” apparso martedì 25.09 sulla stampa locale, ideato e prodotto dal federale provinciale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore.
Deve avere un pessimo rapporto con l’acqua il vigile del fuoco Ciotti Emiliano, e un pessimo rapporto con la vita civica del Comune di Roccagorga, le persone, i cittadini, le istituzioni, tra cui l’Amministrazione Comunale eletta democraticamente con un voto, che si è attestato su percentuali del 56,43% e con un Sindaco eletto con 1829 voti liberi e consapevoli.
Quindi un’amministrazione fortemente voluta e votata dai cittadini, con i quali vi è un rapporto quotidiano, vissuto e condiviso sulle problematiche che interessano la collettività intera, e nel rispetto del mandato ricevuto.
Questo serve al ragionamento e ad inquadrare il soggetto per quello che rappresenta e per quello che vorrebbe rappresentare. Altri sono i numeri e le performance che accompagnano il sig. Ciotti Emiliano quando ha pensato di candidarsi a Sindaco nel Comune di San felice Circeo. Ha raccolto un consenso pari all’ 1% con 101 voti, meno dei tanti nostri consiglieri comunali eletti per la prima volta, senza nessun passato politico e di militanza in sindacati, e con il doppio dei votanti rispetto a Roccagorga. La comunità di Roccagorga è una comunità coesa, amministrata da una giunta di centro sinistra, dove il confronto, la partecipazione, il rispetto sono tra i valori fondamentali.
Troppo facile, parlare senza sapere cose dire, dando libertà alle parole che da sole dovrebbero trovare un senso a quello che non si riesce a spiegare. Troppo facile minacciare la richiesta di danni, senza conoscere fatti ed azioni e reazioni.
Simpatico il sarcasmo del sig. Ciotti Emiliano, quando annuncia che “presenteremo richiesta formale di fornitura di stivali in gomma al sindaco“!
L’immagine che il Comune di Roccagorga sia stato interessato da un’alluvione, attivazione di torrenti lungo le vie del paese, cittadini segregati in casa, è la rappresentazione, di un personaggio animato da una reazione acida alla democrazia, che non riesce ad avere un giudizio obiettivo della situazione di Roccagorga, né politica né sociale.
Si ricordano con una certa ilarità, le invettive e i giudizi spregevoli, gratuiti, pubblicati sul sito tele free, o il suo linguaggio forbito e accantivante da “federale” con cui si rivolgeva al sindaco Carla Amici, e i volantini apparsi in materia di autovelox confondendo tempi e persone, che per pura “pietas umana” non sono stati degni neanche di una risposta. Ora questo “personaggio in cerca di autore” si ripropone a paladino di una “class action” per i presunti danni subiti dai cittadini per aver migliorato una parte del centro storico, per aver inserito e realizzato una gran quantità di griglie per la raccolta delle acque, che prima non c’erano, per aver abbassato l’altezza dei singoli gradini! Siamo al ridicolo.
Questa Amminstrazione che con i suoi cittadini dialoga tutti i giorni, raccoglie suggerimenti, ascolta le critiche con la giusta attenzione, vede e constata l’entusiasmo con cui i cittadini stanno apprezzando i lavori in esecuzione, e i disagi che i cittadini hanno subito sono compensati dall’opera che si sta realizzando. Proprio per questo non si è disposti a tollerare che per ottenere, con tanto di foto sui giornali, un minimo spazio, si possa arrivare ad insultare professionalità, lavori e recuperi di aree abbandonate da troppo tempo, senza un minimo di fondamento.
Il recupero del centro storico in corso di ultimazione, ha interessato tutta l’area circostante il palazzo baronale, con rifacimento della pavimentazione, con selci antiscivolo, la ricostruzione delle scalinate, abbassando l’altezza dei singoli gradini, l’allocazione di griglie per la raccolta delle acque.
Grande è la soddisfazione dei cittadini di Roccagorga, per quest’opera, che ha visto anche il recupero straordinario del Palazzo Baronale, con un’illuminazione a led, che fa dominare il Palazzo Baronale tra i Comuni limitrofi, diventato il simbolo più evidente ed apprezzato di Roccagorga, una cosa nascosta per tanti anni e ora rinata per essere ammirata e condivisa da tutti. Ma Il sig. Ciotti, ha contezza dello stato in cui si trovava quell’area prima dell’intervento? Ha contezza della disconnessione del piano stradale e quante griglie erano presenti e quante ne sono state realizzate con questo intervento?, ha contezza delle condizioni in cui erano i vicoli, cemento ovunque dissestato che tratteneva, questo forse sì, nelle varie buche, l’acqua delle piogge, con un sistema di raccolta inesistente, con immissione diretta sulla strada di discendenti delle grondaie delle abitazioni.
Parla di pendenze sbagliate, senza avere alcuno strumento o alcuna capacità professionale per affermare un’assurdità simile. I professionisti che hanno progettato e seguono i lavori, hanno fatto un lavoro minuzioso, insieme all’impresa esecutrice, per abbassare i livelli dei gradini dovendo mantenere obbligatoriamente i piani delle entrate delle abitazioni, collegare i discendenti in un sistema della raccolta delle acque, e sicuramente non sa il sig. Ciotti che le griglie non sono mai posizionate a caso.
Questa Amministrazione, con l’università di ingegneria idraulica di Roma, ha progettato un sistema di raccolta delle acque meteoriche, inserendolo tra i tanti interventi canteriabili nel Piano nazionale delle Città a cui si candidata per ottenere i finanziamenti.
L’acidità e la superficialità la lasciamo tutta a chi questo paese non lo vive ma lo attraversa e lo sporca con volantini offensivi, senza alcun rispetto di luoghi e persone.

L’Amministrazione Comunale

1 Commento

  • Il sindaco Non è indagata per evasione fiscale per 29 milioni di euro? e parla anche di Democrazia ma non si Vergogna????

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+