sabato 11 luglio 2020,

Eventi

Ξ Commenta la notizia

“Riscossa fondana”: poco e niente aiuti a famiglia e imprese

scritto da Redazione
“Riscossa fondana”: poco e niente aiuti a famiglia e imprese

Di fronte alla grave crisi che ha subìto il comparto economico a causa della totale e parziale chiusura di esercizi legati alla somministrazione di alimenti e bevande (Bar, Ristoranti, Trattorie, Pub, generi alimentari, pizzerie, etc) alle attività di servizio (barbierie, sale di estetica, parrucchieri…), botteghe/officine meccaniche, gommisti, elettriche, elettrodomestici, abbigliamento, oreficerie, calzature, ed altre ancora, l’amministrazione comunale di Fondi nella quasi totalità del mondo economico nessuna esenzione ha concesso, si è limitata  al solo rinvio del pagamento dei tributi, imposte, canoni relativi ai specifici settori;

 

  • Visto il blocco delle suindicate attività commerciali era doveroso prevedere da parte dell’amministrazione comunale l’esenzione e non il mero rinvio del pagamento dei canoni di occupazione di spazi ed aree pubbliche (cosap), per le insegne pubblicitarie, al pari di una eliminazione e/o sensibile riduzione dei tributi per lo smaltimento dei rifiuti riferiti a tutto il 2020, e per il pagamento dell’Imu.

Ad eccezione di una riduzione del 25% dei canoni Cosap per il corrente anno ed all’esenzione dell’imposta di soggiorno per i mesi di aprile, maggio e giugno 2020 a cui si aggiunge l’eventuale rimborso per coloro che hanno versato in anticipo i corrispettivi dei mesi di marzo ed aprile riferiti al trasporto scolastico e servizio di mensa, l’amministrazione comunale ha del tutto glissato sulla gravità della crisi in atto che avrà ripercussioni ulteriori nel tempo a carico delle attività e dei rispettivi nuclei familiari.

Ci si domanda se le decisioni prese dal Sindaco e dalla giunta sono il frutto anche della consultazione con le associazioni di categoria.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+