mercoledì 01 Febbraio 2023,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Remember the rides? Dal 2012 ad oggi la storia delle “giostre”

scritto da Redazione
Remember the rides? Dal 2012 ad oggi la storia delle “giostre”

Facciamo un po’ di storia…dopo decenni di ignavia da parte di governo e opposizione arriviamo al 2012 quando l’allora Sindaco della Città affermava: “Dopo circa 35 anni di attività al porto, i Suffer proprietari delle storiche giostre estive di Terracina, su proposta dell’amministrazione comunale hanno accettato una nuova locazione decentralizzata, sita all’ingresso nord della città. Purtroppo, problemi tecnici e autorizzativi hanno ritardato la fine dei lavori, con relativa messa in sicurezza del perimetro del sito, e l’area non sarà pronta prima di luglio. Pertanto, si è convenuto, per quest’anno e per l’ultima volta, di allestire il Luna park nella zona portuale, seppure in uno spazio ridotto rispetto al passato.” Con l’intenzione della giunta Procaccini di non limitarsi a un trasferimento di giostre, ma di realizzare un vero e proprio parco giochi per famiglie. http://old.comune.terracina.lt.it/comunicati/comunicati_action.php?ACTION=due&cod_archivio=3034&titolo=&autore=&data1=&data2=&categoria=&STRUTTURA=&SOTTOSTRUTTURA=&ORDINE=&cont=106&RICERCA=1&fbclid=IwAR1EHbHaCOVh9EX9n1aWjjKWVqu_eaFHzSCICan5AipvGb7sK2YjE5OnLK4

Nel 2016 invece, a differenza di quanto detto nel 2012, troviamo addirittura una nuova concessione demaniale (1° maggio-30 settembre) rilasciata dal Comune di Terracina TE100 REG 0489 REP 557 per l’occupazione da parte delle giostre dell’area demaniale di Stella Polare di 1350 mq. con tanto di planimetria e posizionamenti degli impianti.

http://portaledeiservizi.comune.terracina.lt.it/…/albo…

La storia va avanti per altri anni in regime di prorogatio (e ci chiediamo come sia possibile) quando arriva a luglio 2020 il sequestro da parte della Capitaneria di porto di Terracina e annesse minacce da parte dei gestori delle giostre che reclamano di avere avuto rassicurazioni da parte dell’Amministrazione…https://mobile.ilcaffe.tv/…/giostre-sequestrate-a…. Il sequestro viene confermato per aver occupato arbitrariamente parte del demanio marittimo, di avere invaso un ambito demaniale in area portuale e di avere aperto un luna park senza le prescrizioni dell’autorità a tutela della pubblica incolumità https://www.h24notizie.com/…/luna-park-suffer-il…/

In fretta e furia, con Delibera di giunta comunale n.109 del 20 luglio 2020 http://portaledeiservizi.comune.terracina.lt.it/…/albo… l’Amministrazione autorizza, nonostante le proteste dei residenti, il trasferimento del luna park in Via Leonardo da Vinci, nuova area privata destinata ad ospitare le giostre. Pochi giorni dopo però l’area viene posta sotto sequestro preventivo. Si tratta dell’area che sorge su via Leonardo Da Vinci, individuata per ospitare gli impianti, la cui istanza aveva avuto l’ok del Comune, ma che dopo alcuni controlli (effettuati non dal Comune ma da Carabinieri Forestali, Guardia di Finanza settore navale e Polizia locale) ha presentato delle anomalie di carattere ambientale e urbanistico -edilizio. https://www.latinaoggi.eu/…/terracina-non-ca-pace-per…

Arriviamo a quest’anno quando apprendiamo che la nuova area è stata acquisita dai giostrai, assistiamo ai lavori di livellamento e predisposizione per ospitare per la stagione estiva le giostre con SCIA N?…del 7.4.2021 rilasciata dal Comune di Terracina (non è dato conoscere il numero perchè il cartello di cantiere non lo riporta) https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2592350924401044&id=100008784850181

Segue addirittura una petizione per riportare le giostre al porto https://www.change.org/…/sindaco-rivogliamo-le-giostre… che dire?…

Sono delle ultime ore le immagini che evidenziano di movimenti inequivocabili di occupazione da parte dei giostrai dell’area interessata, peraltro di loro proprieta’..

Per finire ci chiediamo un po’ di cose:

1) Chi è la Sindaca facente funzione che con Deliberazione di Giunta Comunale n. 109 del 20 luglio 2020 delibera di accogliere la proposta per l’utilizzo dell’area privata sita in via Leonardo daVinci – complanare via Pontina, per la stagione estiva luglio–settembre 2020?

2) Chi sono stati in questi ultimi 10 anni gli amministratori di Terracina a cui sono sfuggite parecchie cose?

3) Come è stato possibile che i giostrai sono rimasti nel piazzale Stella Polare fino allo scorso anno non avendo, a quanto pare, alcun titolo per farlo anzi, alla luce delle motivazioni del tribunale del riesame del sequestro, avendo occupato arbitrariamente, per decenni, parte del demanio marittimo, di avere invaso un ambito demaniale in area portuale e di avere aperto un luna park senza le prescrizioni dell’autorità a tutela della pubblica incolumità?

4) Cosa ha fatto in questi anni l’Opposizione che oggi sembra risvegliarsi e va con il cappello in mano a chiedere l’intercessione della Sindaca, e presenta perfino una tardiva mozione, visto che, in questi lunghi anni, non ci risulta nessun atto (mozione, interrogazione, etc) riportato sulla stampa , che mettesse in luce la mancanza dei titoli per occupare l’area? Ne’ abbiamo sentito la voce dell’opposizione a luglio scorso, a seguito della deliberazione che assegnava l’area di Via Leonardo da Vinci!!

5) Perché, a seguito del sequestro dell’area Stella Polare con corredo di minacce armate alla Guardia Costiera, l’Amministrazione, si è data subito da fare per trovare rapidamente una nuova collocazione alle giostre con una velocissima Delibera di Giunta n.109 del 20 luglio 2020 (pochi giorni dopo il sequestro!), ammettendo che l’area di San Martino non era pronta, nonostante fossero passati molti anni e affermando la necessità di garantire lo svolgimento di detti spettacoli, attesa “la meritevolezza dell’interesse pubblico ivi sotteso”?

6) Cosa ha fatto in questi anni l’Opposizione per fare in modo che si attuasse la Deliberazione di Giunta Comunale n.198 del 26.04.2002, così come da ultimo modificata dalla DGC n.38 del 11.03.2019, con le linee guida per le attività degli spettacoli viaggianti, che individuava una area di proprietà del Comune di Terracina da destinare ad attività circense e spettacoli viaggianti in genere, sita in Via Ceccaccio / loc. “San Martino”, distinta in Catasto al Foglio 208 mapp.le 245 (consistenza catastale mq5.017), nell’area adiacente lo stadio comunale “Mario Colavolpe”, come richiesto in questi anni invece solo dal Movimento 5 Stelle, forza politica impegnata ma che non è neanche presente in Consiglio?

Gabriele Subiaco

I commenti non sono chiusi.

Facebook