mercoledì 14 novembre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Politica

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Usura:pubblicata graduatoria progetti dei Comuni

scritto da Redazione
Regione Lazio. Usura:pubblicata graduatoria progetti dei Comuni

Bando per sostenere gli sportelli per la prevenzione dell’usura. Pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio dello scorso 11 ottobre la graduatoria dei Comuni che hanno partecipato. I progetti approvati sono 34 e coinvolgono 41 comuni più 4 Municipi di Roma per un importo complessivo di 1 milione e 50.000 euro.

L’obiettivo dei progetti è quello di promuovere l’azione degli Enti locali per il reinserimento delle vittime di usura nel circuito dell’economia legale, per il sostegno di chi, per difficoltà di accesso al credito, è una vittima potenziale di questo reato, e più in generale per l’attività di prevenzione. L’obiettivo è costruire una rete che coinvolga i sindaci e le associazioni antiusura per rompere la trama delle solitudini che avvolge drammaticamente i cittadini e le piccole imprese colpite dall’usura.

“Stiamo preparando infine un nuovo avviso pubblico di 2,6 milioni di euro che sarà pubblicato entro novembre per aiutare e sostenere le vittime di usura. In questi anni l’impegno della Giunta Zingaretti contro l’usura ha consentito di raggiungere 1180 piccole imprese e 2500 vittime di usura e di sovraindebitamento. Un risultato poderoso frutto di un’azione di condivisione e sinergia con associazioni, fondazioni e confidi che fanno parte del Tavolo Regionale contro il sovraindebitamento e l’usura e iscritti a loro volta all’albo delle Prefetture – parole di Gianpiero Cioffredi, Presidente Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità, che ha aggiunto: ribadiamo ancora una volta che dall’usura si esce solo con una denuncia alle Forze di Polizia e alla Magistratura, e non bisogna aver paura di denunciare, perché la legge è dalla parte delle vittime e lo Stato offre tutela e sostegno a chi decide di compiere questo  passo”.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+