sabato 17 novembre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Legalità: alle Donne un villino confiscato

scritto da Redazione
Regione Lazio. Legalità: alle Donne un villino confiscato
 Oggi il presidente, Nicola Zingaretti, ha illustrato insieme al prefetto Ennio Mario Sodano e al presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio, Gianpiero Cioffredi, un progetto che prevede l’apertura di un centro per le donne vittime di violenza in un villino confiscato alla criminalità, a Roma, in via Fulda. Il nuovo bando: la Regione investe circa 500 mila euro per la riqualificazione dei beni confiscati alle mafie con un bando destinato ai Comuni e alle associazioni assegnatarie di questi beni. Il bando è già pubblicato e si può già fare domanda.

491 nuovi beni restituiti al territorio: torneranno alle comunità del Lazio. Quindi i Comuni e le associazioni li avranno in gestione e la Regione finanzierà la ristrutturazione con le risorse del bando.

“Il villino di via Fulda, che apparteneva di una donna trafficante internazionale di droga,  diventerà un centro per donne vittime di violenza o che hanno bisogno  di essere tutelate. Un altro bel progetto del Lazio che vuol dimostrare che la mafia i può sconfiggere, i beni confiscati tornati alle persone” – parole del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: nessuno lo dimentichi, le mafie chiudono spazi di libertà e noi, invece, li vogliamo riaprire nella nostra  regione. Con i comuni, con i cittadini, con tutte quelle persone che ci mettono l’anima come noi”- ha detto ancora Zingaretti.

“Con il nostro impegno per il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata  affermiamo un principio di valore culturale, etico educativo nella lotta ai sodalizi criminali che ci deve vedere tutti protagonisti. Solo facendo ognuno la sua parte, accompagniamo e sosteniamo il lavoro prezioso di contrasto alle mafie della magistratura e delle forze di polizia alle quali va tutta la nostra gratitudine” – così Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+