martedì 11 agosto 2020,

Politica

Ξ Commenta la notizia

“Regione Lazio in recessione, urgono risorse straordinarie”

scritto da Redazione
“Regione Lazio in recessione, urgono risorse straordinarie”

“Dal rapporto della Banca d’Italia sullo stato dell’economia del Lazio emerge chiaramente che la nostra regione subirà la forte recessione causata dalla pandemia.

Per il primo semestre 2020 oltre la metà delle imprese si attende un calo medio del fatturato vicino al 20%. Si tratta di un dato comunque molto alto e solo in parte può consolare il fatto che il quadro è meno catastrofico rispetto a quello nazionale.

Anzi, nel rapporto di Bankitalia si fa riferimento all’indagine su un campione di circa 500 imprese dell’industria e dei servizi elaborato dalla Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con Federlazio. In base alla rilevazione di inizio maggio, oltre il 70 per cento delle imprese ha registrato un calo del fatturato molto consistente (di oltre il 30 per cento) e solo poco più del 7 per cento ha registrato un fatturato in aumento o stabile nel periodo del lockdown.

E le note dolenti non sono finite. Nel primo trimestre del 2020 il tasso di disoccupazione nel Lazio è risultato del 9,2%, ma le domande di NASpI (Nuova assicurazione sociale per l’impiego), tra il primo marzo e il 9 maggio, nella fase più acuta dell’emergenza, sono state quasi 37.000, in aumento del 56 per cento rispetto allo stesso periodo del 2019 (40 per cento in Italia).
Dal rapporto emerge: 1) un dimezzamento delle nuove assunzioni, 2) le richieste di cassa integrazione sono triplicate, 3) un calo importante delle esportazioni.
Un altro dato negativo è costituito dalla spesa per investimenti effettuata nel primo quadrimestre del 2020, diminuita di circa il 6% rispetto al medesimo periodo dell’anno passato.
Inoltre il traffico si è drasticamente ridotto in tutto il sistema dei trasporti e le presenze turistiche a marzo sono calate di due terzi.
I settori più interessati dalla recessione sono gli alloggi, la ristorazione, il commercio e i trasporti, che coprono circa un quinto dell’occupazione regionale. Insomma tutti quei servizi tradizionali legati al turismo.

Dinanzi a questo quadro desolante non si può restare immobili. Occorre intervenire con misure urgenti per venire incontro alle esigenze delle imprese e mi aspetto dall’amministrazione regionale l’erogazione di risorse straordinarie a favore dei comparti maggiormente colpiti dalla recessione”.
Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare.

 

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+