martedì 25 giugno 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Politica

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Due nuovi centri antiviolenza

scritto da Redazione
Regione Lazio. Due nuovi centri antiviolenza
 Cresce la rete dei centri antiviolenza della Regione Lazio. Aperte due nuove strutture: una ad Aprilia, in provincia di Latina, e l’altra a Nettuno, in provincia di Roma. Sale così a 14 il numero dei centri antiviolenza esistenti su tutto il territorio regionale: 5 a Roma, 4 in provincia di Roma, a Valmontone, Tivoli, Fiumicino e Nettuno; 2 in provincia di Latina a Latina e Aprilia; e 3 fra Frosinone e provincia. A questi si aggiungeranno altri 10 centri di prossima apertura e 10 case rifugio. 8 quelle già funzionanti per un totale di 76 posti letto e 2 in via di apertura.Il Centro antiviolenza di Aprilia, ospitato presso la struttura di CULTURAPRILIA in Via Pontina al Km 46.600, è gestito dall’Associazione Centro donna Lilith Onlus. Per l’istituzione del centro è stato previsto il finanziamento di oltre 66mila euro.

Per la struttura di Nettuno, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione i locali di sua proprietà in via Bachelet, n. 13. A gestire il centro saranno la Cooperativa Sociale ONLUS Prassi e Ricerca e l’Associazione Ponte donna. Per l’istituzione del centro è stato previsto il finanziamento di oltre 64mila euro.

Ammontano a oltre 6 milioni di euro le risorse già impegnate dalla Regione per la rete dei centri antiviolenza e le case rifugio, ai quali si sommano i 2,3 milioni di euro per combattere la violenza di genere e sostenere gli orfani delle vittime di femminicidio.

“Due nuove strutture a sostegno delle donne vittime di violenza. Con l’apertura dei centri antiviolenza di Aprilia e Nettuno cresce la rete regionale a sostegno delle donne che hanno subito violenza – parole del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: un impegno che abbiamo portato avanti in questi anni incrementando fortemente la presenza di nuove strutture: 14 centri antiviolenza già attivi e altri 10 che saranno presto operativi, insieme alle case rifugio e alla prima casa di semiautonomia della Regione Lazio che aprirà il prossimo anno in un edificio confiscato alla criminalità organizzata. Con le strutture di Aprilia e Nettuno continuiamo a lavorare per una Regione dalla parte delle donne, capace di isolare e sconfiggere la violenza di genere”- ha detto ancora Zingaretti.

“Con le strutture di Aprilia e Nettuno sale a 14 il numero dei centri antiviolenza nel Lazio. Un impegno concreto, per prevenire e contrastare ogni forma di violenza fisica, psicologica e sessuale ai danni delle donne. Un altro tassello importante nella battaglia conto la violenza di genere sui cui la Regione Lazio in questi ultimi anni si è distinta”– così Lorenza Bonaccorsi, assessora alle Pari Opportunità.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+