domenica 09 agosto 2020,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

REgione LAzio: Boost Your Ideas, nuove idee per la ripresa

scritto da Redazione
REgione LAzio: Boost Your Ideas, nuove idee per la ripresa
La Regione Lazio lancia la call “Boost your Ideas” chiedendo a team, imprese, startup, spin-off di università e organismi della ricerca di proporre soluzioni per affrontare il futuro dopo l’emergenza Covid-19.

Alle migliori idee saranno assegnati dei premi, sia sotto forma di servizi che di contributi in denaro per complessivi 250.000 euro.

Possono partecipare:

·         startup e micro, piccole e medie imprese (Mpmi);

·         team informali composti da almeno tre persone fisiche, maggiorenni, in possesso almeno di un diploma di maturità;

·         spin-off di dipartimenti e Istituti di Università e Centri di Ricerca.

Come vivremo nelle nostre città, una volta passata l’emergenza Covid-19? Come cambierà il nostro lavoro? E come sarà il nostro rapporto con la cultura e la socializzazione? Queste, di fatto, alcune delle domande alle quali verrà chiesto di dare una risposta a coloro che vorranno partecipare; e questo immaginando interventi in otto distinti ambiti:

1.    SOSTENIBILITÀ E RESILIENZA – soluzioni per valorizzare l’economia circolare, economia del mare, smart city, bioeconomia e green economy.

2.    DIGITALIZZAZIONE – nuovi servizi e modelli di business che connettono i diversi attori, fornitori, produttori, distributori e clienti, in maniera più efficiente ed efficace, incluse soluzioni b2b che sfruttino il digitale. Ricostruzione delle filiere produttive, soluzioni per la logistica industriale e commerciale.

3.    CULTURA, TURISMO E LIFE STYLE – soluzioni per nuove modalità di svolgimento di eventi culturali e di networking, fiere, anche a distanza. Proposte che favoriscono la ripresa delle filiere legate al turismo, alla moda, all’ Italian life style e alla fruizione delle risorse culturali e ambientali.

4.    SEMPLIFICAZIONE NELLA P.A. – Soluzioni per immaginare un nuovo rapporto tra imprese, cittadini e pubblica amministrazione, e per favorire la digitalizzazione dei servizi pubblici da parte dei governi locali.

5.    VALORIZZAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA E INNOVAZIONE – soluzioni generate dal rapporto tra ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico, inclusi prodotti e servizi innovativi in tema scienze della vita e finanza per fronteggiare la crisi.

6.    FRAGILITÀ SOCIALI – soluzioni per migliorare la “nuova normalità” della popolazione, per sostenere i gruppi a rischio di marginalizzazione e facilitare il dialogo con le istituzioni.

7.    RIPRESA DEL LAVORO – iniziative per fronteggiare il cambiamento e generare nuove occasioni di impresa e di lavoro. Soluzioni per favorire la digitalizzazione nell’educazione e nella formazione.

8.    LOGISTICA E DISTRIBUZIONE – soluzioni innovative e nuovi modelli di business per la logistica di prossimità, per la riconnessione e digitalizzazione delle reti, per dare risposta ai cambiamenti di comportamento dei consumatori.

Tutte le tecnologie sono ammesse e ogni idea è ben accetta, sia su uno dei temi indicati e sia trasversalmente a più temi. Sono benvenute anche tematiche non indicate ma con un impatto positivo e innovative rispetto ai bisogni dei cittadini e delle comunità nella fase post emergenziale.

All’iniziativa sono invitati a partecipare – con un’apposita manifestazione d’interesse e sempre nell’ottica di un’ampia condivisione – anche altri attori: dei “partner”, ossia dei soggetti qualificati (imprese di ogni dimensione; soggetti del settore pubblico allargato, del no profit e del terzo settore; acceleratori, incubatori, investitori, business angels, gestori di piattaforme di crowdfunding e soggetti attivi nella promozione della digitalizzazione e nella produzione e distribuzione di dati e informazioni utili alla costruzione di servizi e modelli di business) che contribuiranno alla selezione delle migliori idee nella doppia veste di portatori di competenze ed esperienze specialistiche e di potenziali utilizzatori delle soluzioni presentate,.

Sono previste tre edizioni di “Boost your Ideas”:

1.     prima call: apertura dal 20 Luglio al 13 Ottobre 2020 (già aperta);

2.     seconda call: apertura dall’1 Febbraio 2021 al 15 Marzo 2021;

3.     terza call: apertura dal 28 Giugno 2021 al 9 Agosto 2021.

Per ciascuna delle tre edizioni del programma, le proposte arrivate saranno esaminate insieme ai partner del progetto e ai potenziali utilizzatori delle soluzioni proposte e potranno essere indirizzate verso percorsi e premialità differenti a seconda del Investment Readiness Level (Irl) posseduto.

I premi in denaro andranno dai 5.000 ai 20.000 euro (30 premi da € 5.000 e 5 premi da € 20.000) e saranno assegnati in tre tranche, corrispondenti alle tre call. Alla fine dell’iter di selezione, per ogni tranche a 12 progetti finalisti (tranne per la terza edizione in cui saranno 11) verranno attribuite queste premialità:

·          10 progetti con un Irl tra 3 e 5 riceveranno un premio in denaro di € 5.000 e un percorso di formazione per design di prodotto e definizione del modello di business;

·          2 progetti (tranne per la terza edizione in cui sarà solo 1) con un Irl da 6 a 9 riceveranno un premio in denaro di € 20.000 e un percorso di accompagnamento al go-to-market.

Boost your Ideas è un progetto a cui teniamo moltissimo – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli durante un webinar tenutosi oggi – si tratta di un bando già online con il quale nei prossimi mesi selezioneremo fino a 135 idee presentate da team di innovatori, ricercatori, startup e piccole imprese per provare a trovare soluzioni in grado di migliorare la vita delle persone dopo il Covid-19. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione di questi team specifici percorsi di mentoring e tutoraggio per accompagnarli nello sviluppo delle idee progettuali, costruire momenti di incontro con potenziali investitori e provare a generare nuove imprese innovative.” “Grazie di cuore alle donne e agli uomini dei nostri Spazi Attivi che hanno costruito questa opportunità – ha aggiunto Orneli – Il mondo non sarà più lo stesso dopo questa pandemia e noi abbiamo il dovere di provare a renderlo un luogo migliore dove vivere, lavorare e far crescere i nostri figli”, ha concluso.

Per maggiori informazioni: boostyourideas.lazioinnova.it

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+