martedì 16 ottobre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Regione

Ξ Commenta la notizia

Regione Lazio. Aumentare edifici a efficenza energetica

scritto da Redazione
Regione Lazio. Aumentare edifici a efficenza energetica

Migliorare le politiche di sviluppo regionale, incentivando lo scambio di esperienze e buone pratiche tra le istituzioni pubbliche. All’interno di questa cornice si inserisce il progetto “Enerselves”, ossia un progetto di Cooperazione territoriale europea, approvato all’interno del Programma Interreg Europe 2014-2020, e che riguarda il settore dell’energia e delle costruzioni. 

Aumentare edifici ad alta efficienza energetica, “ad energia quasi zero” (Near Zero Energy Buildings NZEB) e che consumano pochissima energia e hanno elevate prestazioni per il loro funzionamento standard, è l’obiettivo di questo progetto innovativo.

Diffondere le buone pratiche energetico-ambientali realizzate nel settore dell’edilizia, per arricchire le politiche regionali e consentire ai partecipanti di governare in modo innovativo il settore edilizio locale. Con questi obiettivi si organizzano incontri interregionali, a cui partecipano i soli membri del partenariato, e anche giornate, organizzate con i portatori di interesse, per diffondere il più possibile sul territorio le informazioni acquisite.

Protocollo Itaca Lazio: strumento di valutazione del livello di sostenibilità energetica e ambientale degli edifici. Questo protocollo, adottato dalla Regione Lazio, è stato presentato nel corso dell’incontro, poiché consente di procedere a interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione di edifici portandoli ad energia zero, attraverso tecniche innovative e materiali edilizi, con un basso consumo energetico di produzione.

Manifestazioni previste dal progetto Enerselves per tutto il 2018, a cadenza semestrale. A conclusione del progetto, un incontro finale di presentazione dei risultati ottenuti durante tutta l’attività progettuale tirerà le fila dell’intera operazione.

 

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+