venerdì 04 Dicembre 2020,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Priverno: Puc, progetti utili alla collettività per coloro che beneficiano del reddito di cittadinanza

scritto da Redazione
Priverno: Puc, progetti utili alla collettività per coloro che beneficiano del reddito di cittadinanza


Comune di Priverno Con delibera n.108 del 30 ottobre 2020, l’Amministrazione Comunale detta gli indirizzi per l’attivazione dei PUC, Progetti Utili alla Collettività, destinati ai beneficiari del reddito di Cittadinanza, il quale prevede come da direttive Nazionali, la sottoscrizione di patti per il lavoro e per l’inclusione sociale. Coloro che beneficiano del Reddito di Cittadinanza, pertanto, hanno l’obbligo di svolgere nel proprio comune di Residenza almeno otto ore settimanali, per un massimo di 16, in attività di progetti utili alla collettività, la cui territorialità appartiene al Comune, e che dovranno riguardare i diversi ambiti del sociale, culturale, artistico, ambientale, formativo, tutela dei beni comuni e altri di interesse generale, purché coerenti con le finalità dell’Ente. Le attività previste dai PUC dovranno intendersi comunque complementari, di supporto e integrazione a quelle svolte ordinariamente dagli enti pubblici coinvolti, non sostitutive ad esse, in quanto intese come occasioni di arricchimento a seconda degli obiettivi da perseguire. Così spiega l’assessore Sonia Quattrociocche – “con i Progetti Utili alla Collettività si avvia la misura più significativa della legge. Un importante onere organizzativo condiviso con i comuni del Distretto Monti Lepini di cui Priverno è capofila. Due i principali obiettivi da raggiungere: includere i beneficiari del Reddito di Cittadinanza all’interno di esperienze lavorative valide all’ampliamento delle competenze degli stessi e, parallelamente, dare una maggiora risposta ai cittadini in termini di miglioramento dei servizi utili alla collettività presenti all’interno di una comunità. Le iniziative messe in campo terranno conto dei profili dei beneficiari, intervistati dagli uffici dei Servizi Sociali, e delle priorità dell’Ente in termini di attività da svolgere. Non mancheranno progetti dedicati al decoro urbano, alla piccola manutenzione, alla pulizia di aree verdi, al supporto delle fragilità sociali, al controllo all’uscita delle scuole, alla guardiania del patrimonio comunale e alla sicurezza delle persone in tempi di Covid”. Un’importante opportunità per la collettività locale ma anche e soprattutto un’occasione di inclusione e crescita per i beneficiari. Comune di

Rispondi alla discussione

Facebook