martedì 25 giugno 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Eventi

Ξ Commenta la notizia

Priverno. “Karol il Grande”, il nuovo musical per San Giovanni Paolo II

scritto da Redazione
Priverno. “Karol il Grande”, il nuovo musical per San Giovanni Paolo II

Ancora una volta tutto esaurito per la Compagnia teatrale “Paolo Fornai” di Tuscania che si esibisce straordinariamente fuori dalla Tuscia con il nuovo Musical per San Giovanni Paolo II “KAROL IL GRANDE”.

In tanti sono alla ricerca degli ultimi posti disponibili al Teatro comunale di Priverno: “E’ stato un boom di prenotazioni e si preannuncia fin d’ora il teatro pieno” dice la Dott.ssa Carla Picozza promotrice in provincia di Latina della prima esterna ed inedita del Musical che ha incantato al debutto oltre tutte le aspettative.

La Compagnia oratoriale “Paolo Fornai” nasce nella Tuscia su sollecitazione di Don Giuseppe Scarito, già parroco di Tuscania divenuto poi frate francescano, ed in memoria del diciannovenne prematuramente e recentemente scomparso per una grave malattia; un mese prima di tornare alla Casa del Padre il ragazzo dal coraggio, dal sorriso e dalla forza d’animo disarmanti ha ispirato dal letto d’ospedale la musica dell’ultima canzone del Musical intitolata “Sei esempio”.

Di Paolo Fornai se ne parla anche attraverso una breve testimonianza dei suoi genitori sul libro di Suor Cristina Scuccia, vincitrice di “The voice 2014”, edito dalla Mondadori e da pochi giorni in libreria.

La messa in scena dello spettacolo a Priverno sarà ancora affidata alle mani esperte del pluripremiato regista Sergio Urbani e l’arrangiamento musicale sarà quello originale del Maestro Mario Stendardi che ha dato la colonna sonora ad eventi e spettacoli di prestigio. La revisione dei testi di “Karol il Grande” è di Don Giosy Cento che non ha bisogno di presentazioni nell’ambito della musica cristiana, e che ha dato vita all’Associazione “Ragazzi del Cielo e ragazzi della terra” legata a doppio filo con la Compagnia “Paolo Fornai” unendo famiglie che condividono la dolorosa esperienza sulla terra della perdita di un figlio.

Un evento di grande spiritualità che prende forma dal basso della Chiesa e che ha visto la collaborazione di numerosi volontari di Tuscania e della Tuscia.

Uno spettacolo da non perdere.

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+