giovedì 19 settembre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Pontinia. Presentata istanza la Tribunale di Latina per la insalubrità dell’area SEP e Sogerit

scritto da Redazione
Pontinia. Presentata istanza la Tribunale di Latina per la insalubrità dell’area SEP e Sogerit
Abbiamo depositato un’istanza al Tribunale in quanto riteniamo che la salubrità dell’aria circostante alle aziende “Sep” e “Sogerit” di Pontinia non sia niente affatto stata ripristinata. Questa mattina (come in molte altre mattine del resto, in questi giorni) abbiamo ravvisato (e documentato fotograficamente e in video) come sia nei capannoni di SEP che SOGERIT i portelloni fossero ancora (come al solito) aperti. Temiamo che questo non possa che contribuire ad appesantire la già pesante aria carica di emissioni odorigene che non sono mai cessate né tantomeno diminuite dal giorno in cui queste aziende sono state poste sotto controllo dalla magistratura. Abbiamo rivolto le nostre segnalazioni sia alla DDA di Roma che ha condotto le indagini che alla dott.ssa Silvestri, incaricata del tribunale di gestire l’azienda. Importante anche segnalare come, tutt’ora, siano visibili cumuli di rifiuti maleodoranti e che, a tutto ciò vada aggiunto come il trasporto di materiali di lavorazione da parte della Sogerit sia tuttora attuato con modalità irregolari e produttive di ulteriore inquinamento ambientale (percolato derivante dai materiali trasportati con mezzi non a tenuta stagna e miasmi provenienti dai veicoli non coperti). Avevamo detto, negli scorsi giorni, che non avremo tollerato questi disagi e non lo faremo, e quindi, dopo aver allertato già tutti gli organi amministrativi (ente ed uffici regionali oltre che il Sindaco di Pontinia Medici) e di controllo del territorio (compreso il Nipaf dei carabinieri e la Polizia Stradale) dobbiamo rinnovare pubblicamente la nostra costernazione per il protrarsi di questa terribile situazione a cui i cittadini residenti delle zone colpite dai miasmi di queste aziende si trovano a sopportare. Ma non intendiamo arrenderci, anzi, in questi giorni rilanciamo le nostre iniziative di confronti, di incontri e di protesta. Tanto è vero che abbiamo chiesto udienza al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa che speriamo ci accordi la sua attenzione per poterlo avvicinare al problema che stiamo vivendo qui, ormai da sedici lunghissimi anni.

I Comitati

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+