lunedì 22 ottobre 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

“Nel mondo dei Briganti. Dalle origini celtiche al banditismo e alla mafia”

scritto da admin
“Nel mondo dei Briganti. Dalle origini celtiche al banditismo e alla mafia”

Dopo quasi vent’anni da “Briganti sugli Ausoni” edito da Caramanica, la casa editrice di Minturno, pubblica ora un nuovo e interessante saggio “Nel mondo dei Briganti. Dalle origini celtiche al banditismo e alla mafia”, scritto a quattro mani, dal Generale dei Carabinieri ruolo d’Onore Aldo Lisetti e dal figlio, l’avvocato cassazionista Enrico Lisetti. Il volume, di 316 pagine più 40 illustrazioni a colori fuori testo, è corredato degli indici dei nomi e dei luoghi: 1.200 nominativi, prevalentemente di briganti, oltre 100 di Carabinieri protagonisti della lotta al brigantaggio, 420 località italiane e straniere. Il testo ha un respiro europeo e richiama le antiche origini storiche del brigantaggio con riferimenti ad altri continenti: Asia, Africa, America. Il libro, per la concretezza dei dati su cui si fonda la ricerca, è stato depositato, per documentazione, presso l’Ufficio Storico e il Museo Storico del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Proprio ai “Carabinieri Caduti nella lotta al brigantaggio per l’Unità d’Italia, prima, nella strenua difesa della Nazione, sempre” gli autori hanno voluto dedicare il libro.
“Nel mondo dei briganti” è una ricognizione ampia ed esauriente della storia del delinquere organizzato, ripercorsa e documentata nei suoi nodi e nei suoi snodi, a partire dalle remote origini celtiche, sulla traccia di una linea cronologica che tiene conto della geografia politica e dei suoi mutamenti in Europa, osservando varianti esplosive e camaleontiche di fermenti e fenomeni che profondamente mordono il divenire, il destino delle generazioni e dei popoli, il diritto degli uomini a costruire sulla propria misura culturale la crescita materiale e morale del mondo in cui si trovano a vivere.
“In più modi questo libro ci tocca, ci interpella, ci avverte: dice che la razza cattiva, la razza malvagia non si estingue, semplicemente cambia pelle- scrive il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani nella sua prefazione- Di particolare significato è uno dei fili conduttori di questo importante lavoro di ricerca effettuato dai Lisetti: la smentita della vulgata nazional-popolare, frutto di cecità e ignoranza, che ha dichiarato e continua a dichiarare le regioni del sud e le isole maggiori del nostro Paese patria e matrice di malavita organizzata tatticamente esportabile e visibilmente trapiantata altrove.”
Sul nostro territorio il brigantaggio politico presenta una coloritura beffarda. Sonnino, Priverno, Terracina, Vallecorsa, M. S. Biagio, Lenola, Campodimele, Itri, Fondi: questi i luoghi infestati, taglieggiati, tenuti in sacco da briganti che appaiono e scompaiono, prendono, rapiscono, uccidono. I nomi dei carnefici e delle vittime sono tutti in questo bel libro di Aldo ed Enrico Lisetti.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+