martedì 24 Novembre 2020,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Mof, la VIII commissione sarà convocata a Fondi

scritto da Redazione
Mof, la VIII commissione sarà convocata a Fondi

Una seduta della VIII commissione del Consiglio regionale a Fondi. A prendere l’impegno di convocarla a settembre – invitando gli assessori Sonia Ricci, Guido Fabiani e Alessandra Sartore – è stato oggi pomeriggio il presidente Mario Ciarla (Pd) nel corso di un’audizione alla Pisana con gli operatori del mercato ortofrutticolo (Mof) della cittadina pontina. In quella occasione sarà possibile per i consiglieri prendere conoscenza diretta della situazione del Mof, anche in vista della discussione del testo unico del commercio all’esame proprio della VIII commissione. L’audizione di oggi pomeriggio ha visto la partecipazione di una delegazione di operatori accompagnata dal sindaco di Fondi, Salvatore De Meo. La proposta di testo unico distingue i mercati all’ingrosso e i centri agroalimentari. I portavoce degli imprenditori – dopo aver ricostruito la storia del mercato che affonda le radici negli anni ’30 e illustrate le dimensioni economiche – hanno detto di non riconoscersi pienamente in nessuna delle tipologie presenti nella proposta di legge.
Quella di Fondi è una “piattaforma” di eccellenza, che costituisce un’unicità, e che ha una rilevanza nazionale con collegamenti all’estero sulla quale la Regione dovrebbe investire. Coraggio di credere in questa eccellenza che ha sottolineato Giuseppe Simeone (Pdl – FI), uno dei consiglieri che avevano richiesto l’audizione. Tra i temi affrontati: la necessità di un piano industriale per il Mof (invocato pure da Enrico Forte del Pd), l’anticipazione che gli operatori hanno compiuto alla Regione per la ristrutturazioni e di cui attendono la restituzione, lo sblocco dei fondi per il sistema viario. Si è parlato anche delle recenti notizie di stampa sulle infiltrazioni malavitose, dalle quali gli operatori hanno preso le distanze respingendo ogni semplificazione giornalistica. Criminalità sulla quale i consiglieri del M5s, in particolare Gaia Pernarella e Silvana Denicolò, hanno comunque invitato tutti a vigilare. A questo proposito il sindaco De Meo ha ribadito la proposta di collocare il commissariato di pubblica sicurezza all’interno del mercato. Un’appendice dell’audizione è stata dedicata alla situazione delle finanze societarie del Mof, che vedono la partecipazione pure della Regione. Su di esse ha intrapreso un dettagliato esame la consigliera Valentina Corrado (M5s) con una serie di quesiti a proposito dei quali si attende risposta dall’assessore al bilancio Sartore. Quanto alla documentazione e chiarimenti su questo aspetto Simeone, Forte e la stessa Corrado hanno auspicato di ascoltare direttamente l’amministratore delegato Enzo Addessi.

Rispondi alla discussione

Facebook