mercoledì 08 Dicembre 2021,

Eventi

Ξ Commenta la notizia

Lettera Aperta alle Istituzioni al termine di Ottobre Rosa. Intitoliamo uno spazio pubblico a Caterina De Filippis

scritto da Redazione
Lettera Aperta alle Istituzioni al termine di Ottobre Rosa. Intitoliamo uno spazio pubblico a Caterina De Filippis

Il Movimento di Partecipazione Politica Fondi Vera ha scritto una Lettera Aperta alle Istituzioni al termine del mese della Prevenzione, Ottobre Rosa. La nota è stata indirizzata al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, all’Assessore alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria Alessio D’Amato, all’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Troncarelli, al Presidente della Provincia di Latina Domenico Vulcano, al Sindaco del Comune di Fondi Beniamino Maschietto, all’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Fondi Sonia Notarberardino, al Direttore Generale AUSL Latina Silvia Cavalli, al Direttore del Distretto Socio-Sanitario LT4 Giuseppe Ciarlo, ed al Presidente del Comitato ANDOS di Fondi Regina Abagnale.

Innumerevoli sono state, durante il mese di Ottobre, le vetrine attraverso le quali è stato promosso questo annuale appuntamento dedicato alla Prevenzione per il cancro al seno. Le Istituzioni e le Associazioni, attraverso i social e tutti i mezzi di informazione a disposizione, hanno sensibilizzato la Cittadinanza dell’intera Regione Lazio sull’importanza e l’efficacia della conoscenza della patologia, dei sintomi, dei metodi di indagine e di quanto la prevenzione stia notevolmente facendo aumentare la percentuale di sopravvivenza delle Donne colpite da questo male, seppure drammaticamente sempre più numerose.

L’A.N.D.O.S., Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, è l’Associazione impegnata tutto l’anno per sostenere le Donne che si trovano a dover affrontare questa dura e dolorosa parentesi della loro vita ed è in prima linea anche nel mese di Ottobre. Con l’opera preziosa e rassicurante delle sue Volontarie e dei suoi Volontari, l’Andos cerca di colmare quel senso di vuoto e smarrimento, di paura di non riuscire a ritrovare se stessi oltre che dare un supporto pratico e informativo. Ed è doveroso da parte nostra e di tutta la collettività encomiare il Comitato di Fondi per il costante lavoro, a titolo gratuito, per tendere una mano alle Donne del territorio colpite da questa grave patologia.

Nel 2020, secondo l’Osservatorio Nazionale, nonostante i casi siano stati 55mila, quasi il 54% degli screening e delle visite previste è stato rimandato o trascurato a causa dell’emergenza dovuta al Covid 19. I dati di questo 2021, data l’emergenza pandemica che ancora persiste, non saranno incoraggianti.

Per le Donne dai 50 ai 74 anni, i percorsi di screening gratuiti, sono garantiti ogni 2 anni per soggetto con invito a mezzo lettera ma anche prenotabili autonomamente tutto l’anno, purché siano trascorsi almeno 24 mesi dall’esame precedente, ma la lodevole e funzionale iniziativa della Regione Lazio, di concedere nel solo mese di Ottobre, anche alle Donne di età compresa tra i 45 ed i 49anni, di prenotare una mammografia gratuita, si è infranta sulla non piena disponibilità di tutte le strutture ospedaliere attrezzate, compreso il nostro Ospedale, dove si sono continuate a effettuare solo le mammografie per le Donne dai 50 ai 74 anni.

Quella per le Donne dai 45 ai 49 anni è stata, tra l’altro, un’iniziativa a numero chiuso (fino ad esaurimento della disponibilità) ed abbracciata da solo 37 nosocomi della Regione Lazio, di cui 22 tutti nella Capitale, e nella nostra Provincia ad aderire è stato solo l’Ospedale “Santa Maria Goretti” di Latina. Di conseguenza, molte nostre concittadine, non potendo raggiungere centri lontani, hanno dovuto rinunciare a questa opportunità.

Per questo motivo riteniamo fini a se stessi i proclami sul mese dedicato alla Prevenzione, se si continuerà nel non fornire alle strutture i mezzi necessari per soddisfare la richiesta. Prenotare una mammografia, come pure qualsiasi altro esame diagnostico, sta diventando sempre più complicato, con tempi di attesa improponibili, ed è risaputo che la tempestività, in alcuni casi, fa la differenza tra la vita e la morte.

Un’altra falla da segnalare è la conclamata non totale affidabilità della sola mammografia in fase di screening. Alcune pazienti si sono viste diagnosticare la presenza di “noduli” sospetti solo dopo una ecografia, nonostante una mammografia silente. Purtroppo, non tutte le formazioni cancerose possono essere individuate attraverso una mammografia. E allora la domanda è lecita: nello screening per la Prevenzione del cancro al seno, perché non sottoporre le Donne ad una mammografia ed una ecografia durante lo stesso appuntamento? Forse la risposta è ancora una volta legata alle possibilità/priorità delle diverse strutture sanitarie che si prestano alla Campagna di Prevenzione con un coinvolgimento evidentemente condizionato dai costi e dalla mancanza di personale. Oppure, in alternativa, il problema è forse rappresentato dall’inadeguatezza delle risorse che vengono elargite per tali scopi?

Ci auguriamo, ma soprattutto lo auguriamo a tutte le Donne della nostra Regione e soprattutto alle nostre concittadine, di trovare, dall’Ottobre Rosa 2022, da parte delle Istituzioni, governative e sanitarie, iniziative veramente mirate alla Prevenzione. Una Prevenzione completa, totale, che non escluda bensì includa, una Prevenzione degna di così tanta propaganda.

Ed all’Amministrazione Comunale di Fondi chiediamo ufficialmente di intitolare uno spazio pubblico cittadino, una strada, una piazza, un parco alla memoria della storica esponente dell’ANDOS Fondi, Caterina De Filippis, scomparsa nel 2016. Cofondatrice e Presidente del Comitato A.N.D.O.S. Onlus di Fondi dal 2008, ha ricoperto anche il ruolo di Vice Presidente Nazionale, è stata eletta “Persona dell’Anno” nel 2013 (Premio promosso dalla Pro Loco di Fondi) per la sua tenacia nell’affrontare le battaglie contro la malasanità e le sue campagne di sensibilizzazione alla lotta contro il tumore al seno. Ha ottenuto molti altri riconoscimenti per il suo grande e costante impegno a favore delle Donne operate.

“Una figura di spessore, che merita questo tributo della Comunità locale” dichiarano il Presidente di Fondi Vera Francescopaolo De Arcangelis, la Portavoce del Movimento Valentina Tuccinardi, il Consigliere Comunale Francesco Ciccone e la rappresentante del Collegio dei Garanti Paola di Biasio.

I commenti non sono chiusi.

Facebook