sabato 27 Novembre 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Laurentino 38, Zingaretti presenta il progetto Ater per 56 nuovi alloggi ai ponti 5 e 6

scritto da Redazione
Laurentino 38, Zingaretti presenta il progetto Ater per 56 nuovi alloggi ai ponti 5 e 6

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha presentato il progetto messo a punto da Ater Roma per la realizzazione di 56 nuovi alloggi ai Ponti 5 e 6 del Laurentino 38. Hanno partecipato Elena Magli, direttrice del Distretto sanitario 9, Valeria Martano responsabile della Comunità Sant’Egidio e l’assessore regionale alle Politiche abitative, Urbanistica e Ciclo dei rifiuti Massimiliano Valeriani.

L’intervento, finanziato dalla Regione Lazio con sette milioni di euro cui si aggiungono circa 700 mila euro di fondi Ater, prevede, attraverso il cambio di destinazione d’uso da servizi a residenziale, la realizzazione di complessivi 56 nuovi alloggi (28 per ciascun ponte) di cui 50 di piccolo taglio (40/60 mq) e 6 alloggi di taglio medio (60/80mq). Si aggiunge così un ulteriore tassello al Piano triennale finanziato dalla Regione con 70 milioni di euro che prevede la costruzione di 708 nuovi alloggi, di cui 110 già completati, senza consumo di suolo.

Al secondo livello dei ponti alcuni alloggi verranno realizzati con soluzioni architettoniche adatte al co-housing di anziani o studenti dotati di spazi condivisi attrezzati da adibire a soggiorno comune, spazio studio-biblioteca e un terrazzo comune.

Il progetto prevede la completa ristrutturazione dei ponti con interventi di riqualificazione tra i quali il rifacimento di coperture e terrazzi, il ripristino delle strutture in cemento armato, il rifacimento delle pavimentazioni degli spazi comuni e l’installazione di un nuovo ascensore alla scala A. L’avvio dei lavori è previsto entro marzo 2022.
Dopo la stagione delle demolizioni volute dal Campidoglio nel 2008, ora si dà avvio al più grande intervento di riqualificazione del Laurentino 38 che comprende anche la completa ristrutturazione del plesso di via Enrico Pea.

I commenti non sono chiusi.

Facebook