lunedì 08 Agosto 2022,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Latina. Riapre il giardino di Ninfa

scritto da Redazione
Latina. Riapre il giardino di Ninfa

Il Giardino di Ninfa riaprirà al pubblico il 4, 5, 6 aprile, in concomitanza con le festività pasquali. Durante la stagione invernale hanno luogo la sostituzione delle specie floricole e arbustive e i lavori di manutenzione ordinaria dei ruderi: il Ponte del Macello e le mura di cinta meridionali hanno subito un intervento di restauro; novità di quest’anno, seppur non ancora fruibile poiché la ripulitura è in fase conclusiva, è il ritorno alla luce della Chiesa di San Pietro fuori le mura, già ricoperta da rovi, per la quale si sta studiando un nuovo itinerario di visita per permetterne la fruizione“. Lo rende noto, in un comunicato, la Fondazione Roffredo Caetani.
Anche per quest’anno – spiega il comunicato – sarà disponibile il servizio bus navetta che collega la stazione ferroviaria di Cisterna di Latina al Giardino di Ninfa visto il successo degli anni passati. È stato definito un nuovo accordo fra la Ditta Ronci Trasporti e la Fondazione Roffredo Caetani grazie all’intervento del Comune di Cisterna di Latina. Il Giardino sarà facilmente raggiungibile da Roma in meno di un’ora così da essere meta di una piacevole gita fuori porta anche per i turisti provenienti dall’estero. Per quest’anno però il servizio navetta sarà limitato ad alcuni giorni e orari: la navetta partirà dalla piazza Salvo D’Acquisto, antistante la stazione ferroviaria di Cisterna di Latina, e sarà attiva solamente il 5, 6 e 25 aprile e il 1°, 3 e 17 maggio, giorni di maggiore affluenza, nei seguenti orari: Cisterna stazione – Giardino di Ninfa: 10:40 e 13:00 e Giardino di Ninfa – Cisterna stazione: 13:30 e 16:30. Il costo del biglietto per tratta è di EUR 2,50. Novità di quest’anno sarà possibile visitare il Giardino all’interno di un percorso ciclabile immerso nella natura, nella storia delle Terre dei Caetani, fra i poderi ed i canali della bonifica integrale dell’Agro Pontino. E’ una nuova esperienza turistica che si è resa possibile grazie alla stretta collaborazione fra Fondazione Roffredo Caetani, la Cooperativa Il Sentiero e il Comune di Sermoneta. La cooperativa Il Sentiero ha progettato l’intero itinerario. Fondazione e Comune metteranno a disposizione ognuno le proprie risorse e capacità e le incredibili opportunità del loro territorio mentre la cooperativa gestirà e coordinerà il servizio mettendo a frutto la professionalità maturata in decenni di attività sul territorio. Ninfa Ecotour nelle terre dei Caetani, però, rappresenta principalmente una prima concreta proposta di sistema che i tre partner hanno cercato e realizzato con un costante confronto e collaborazione. Ninfa Ecotour nelle terre dei Caetani è quindi oggi una realtà non un obiettivo teorico ma un fatto concreto. Il turista sarà accompagnato lungo un percorso di circa 3 ore da guide“.

Rispondi alla discussione

Facebook