venerdì 16 Aprile 2021,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Latina. Il Patto provinciale per il turismo in dirittura d’avvio

scritto da Redazione
Latina. Il Patto provinciale per il turismo in dirittura d’avvio

In questi giorni, dichiara l’Assessore provinciale Silvio D’Arco, sta arrivando a tutti i comuni aderenti al Patto Territoriale per il Turismo, una specifica comunicazione della Provincia di Latina con la quale si chiede la formale approvazione di presa d’atto del lavoro  pre-istruttorio compiuto dagli Uffici provinciali preposti.
Successivamente agli atti deliberativi dei comuni, continua l’Assessore, la Provincia trasmetterà ufficialmente la documentazione tecnica e amministrativa alla Regione Lazio con la richiesta di “avvio del procedimento amministrativo” finalizzato all’adozione del Patto Territoriale  da parte regionale.
Nel contempo i Comuni potranno  dare inizio alla selezione dei progetti , anche attraverso lo strumento dello Sportello Unico per le Imprese (SUAP), a partire dai progetti  di ristrutturazione e/o di ampliamente che non richiedono varianti urbanistiche complesse.
Si tratta, ricorda D’Arco, di circa  400 manifestazioni d’interesse  avanzate dagli imprenditori economici del turismo riguardanti  le strutture  ricettive alberghiere ed extralberghiere  che prevedono investimenti privati di circa 60o milioni di euro ed una potenziale occupazione di 4 mila posti di lavoro, tra lavoro stagionale e a tempo pieno.
Non si tratta del “libro dei sogni” ma di un progetto realizzabile, se riusciamo però a creare le condizioni virtuose tra le  il sistema imprenditoriale e l’insieme delle istituzioni locali, provinciali e regionali.
In questo scenario, sottolinea D’Arco, credo di poter affermare che la Provincia ha fatto e continuerà a fare la sua parte  fino in fondo. Spetta ora  ai comuni di avviare al più presto la selezione degli interventi mentre alla Regione Lazio  spetta il compito essenziale di recepire il progetto provinciale, anche al fine di assicurare ai comuni la necessaria “cornice” di  certezza  normativa ed urbanistica.
Sono convinto, conclude D’Arco, che insieme possiamo farcela, sburocratizzando le procedure attuali e mettendo in campo un’autentica volontà politica e istituzionale bi-partisan, nell’interesse generale del territorio  e dell’economia turistica locale e regionale.

Silvio D’Arco

Rispondi alla discussione

Facebook