sabato 23 giugno 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Latina e Provincia, la cronaca

scritto da Redazione
Latina e Provincia, la cronaca

Cisterna. Furgone esce di strada sull’Appia: muore l’uomo al volante, ferito il passeggero.
Ancora un incidente sulle strade pontine questo pomeriggio.
Infatti il personale Vigilfuoco della sede di Aprilia è intervenuto nel primo pomeriggio di oggi, ore 15.30 circa, nel comune di Cisterna via Appia km 56+700, per delle segnalazioni giunte al 112 di un grave incidente stradale.

Giunti tempestivamente sul posto, gli operatori VF, prendevano atto che un furgone Fiat, per cause in fase di accertamento, era uscito fuori strada.
L’intervento del personale VVF si è reso necessario per estrarre dall’abitacolo due persone di cui una deceduta sul colpo.
Al vaglio delle forze dell’ordine la dinamica del sinistro per poterne ricostruire le cause.

 

Latina. Imprenditore, commercialista e prestanome nei guai: sequestrati 1,5 milioni di euro. I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina hanno eseguito un sequestro preventivo per equivalente di beni e conti correnti, nei confronti di un noto imprenditore di Cisterna di Latina (S.G.), operante nel settore della compravendita di veicoli industriali, del proprio commercialista, D.E. di Latina, e di un terzo “prestanome”, M.R. di Aprilia, titolare di una ditta individuale operante nel settore del commercio degli autoveicoli leggeri.

I tre secondo gli inquirenti sono tutti accusati, in concorso, di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, false comunicazioni sociali (falso in bilancio) ed autoriciclaggio.
Le indagini, condotte dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Aprilia su delega della Procura della Repubblica di Latina, hanno consentito di accertare che l’imprenditore, con la collaborazione del proprio consulente, cercava di sottrarsi al pagamento dei debiti contratti, anche nei confronti del fisco, intestando la sua impresa ad un prestanome.

Nel frattempo si era premurato di spogliare l’impresa in crisi di tutti i beni, trasferendoli alla nuova società, mediante false fatturazioni e cessione di ramo d’azienda.
In particolare, l’imprenditore avvalendosi della professionalità e complicità del commercialista aveva omesso di indicare nel bilancio di liquidazione circa 500.000,00 euro di imposte e circa 1.200.000,00 euro di crediti. Inoltre, al fine di impedire l’attività di controllo da parte degli organi preposti, aveva omesso di presentare il bilancio dell’anno precedente (2015) ed occultato le scritture contabili della società in crisi.

A seguito dell’attività svolta dai finanzieri pontini, su iniziativa della Procura della Repubblica di Latina, la società cessata è stata successivamente dichiarata fallita consentendo, così, ai creditori di godere di tutela giudiziaria.
La misura preventiva, emessa dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Latina, ha permesso di sottoporre a sequestro 17 immobili nella provincia di Latina e di Reggio Calabria, 141 veicoli (auto e camion) su tutto il territorio nazionale, nonché circa 300.000,00 euro tra soldi, titoli e altre disponibilità finanziarie, per un importo complessivo di circa 1,5 milioni di euro.

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+