giovedì 16 agosto 2018,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

News

Ξ Commenta la notizia

Latina. All’università Cattolica un master di 2° livello sui servizi educativi per l’infanzia

scritto da Redazione
Latina. All’università Cattolica un master di 2° livello sui servizi educativi per l’infanzia

L’Università Cattolica a Latina con un Master di 2º livello sui Servizi educativi per l’infanzia: le lezioni presso la Curia. Ieri mattina, presso la curia diocesana di Latina, nel corso di una conferenza stampa, il vescovo Mariano Crociata ha presentato il Master universitario di II livello per il «Management dei Servizi educativi per la prima infanzia». Si tratta di un’iniziativa realizzata in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, rappresentata durante la conferenza stampa dal professor Pierpaolo Traini, direttore del Master, e che avrà Latina come sede di svolgimento.

Circa i motivi per cui la diocesi ha deciso l’istituzione di questo corso di studi, monsignor Crociata ha spiegato: «La nostra iniziativa si inserisce in una prospettiva di promozione della carità, che non è solo assistenza ma anche promozione di chi ha potenzialità e ha bisogno di aiuto, opportunità e incoraggiamento. Concretamente, il progetto nasce da un gruppo di lavoro, costituito nel 2016 in diocesi. Un’attenta analisi di contesto ha messo in luce l’esigenza di rafforzare e qualificare i servizi di cura della prima infanzia del territorio cittadino, provinciale, ma anche di innalzare la capacità delle persone di implementare i servizi attraverso un’alta qualità gestionale e pedagogica». In sostanza, dalla ricerca è emersa la difficile tenuta del tradizionale sistema di welfare locale, causata da vari fattori tra cui proprio la bassa disponibilità di asili nido. Si è sviluppata, pertanto, un’attenzione verso attività imprenditoriali e collaborazioni con le amministrazioni pubbliche in settori fino ad oggi non in grado di soddisfare la potenziale domanda di servizi. Partendo da questa “fotografia” il gruppo di lavoro ha proposto l’attivazione di questo corso di studi.

Il partner qualificato per realizzare questo obiettivo è stato individuato nell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il professor Triani, nel suo intervento, ha specificato alcune particolarità di questo progetto: «Noi siamo stati ben felici di collaborare con la diocesi pontina e sin da subito siamo stati molto interessati all’iniziativa. Intanto, vorrei sottolineare che si tratta di un master di II livello, quindi destinato a figure dirigenziali nelle proprie organizzazioni; per questo di alta valenza culturale e scientifica. Poi, da evidenziare che il progetto si basa su un intreccio tra dimensione nazionale e locale, poiché è stato deciso di svolgerlo sul territorio pontino, anziché far venire le persone nelle nostre sedi universitarie. Un altro punto di forza è la multidisciplinarità, assicurata anche dalla collaborazione tra due facoltà della Cattolica, Scienze della Formazione e Scienze bancarie, finanziarie e assicurative. Infine, evidenzio anche l’approccio integrato, con alternanza di lezioni teoriche in presenza e online, esercitazioni in aula, laboratori e poi anche i tirocini nei servizi educativi». Per i tirocini alcuni comuni hanno già dato la loro disponibilità a ospitare gli studenti nelle loro strutture educative. Da oggi parte una campagna di diffusione dell’iniziativa volta a richiedere e favorire le iscrizioni al Master.

Di seguito le indicazioni tecniche sul Master (reperibili anche sul sito diocesi.latina.it):

SCHEDA MASTER
Il Master universitario di secondo livello in Management dei servizi educativi per la prima infanzia ha la durata di 15 mesi per complessivi 60 crediti, pari a 1500 ore, nel periodo settembre 2018-ottobre 2019, con frequenza part-time (giovedì pomeriggio, venerdì intero e sabato mattina) presso la Curia diocesana di Latina.

Finalità:
Il Master universitario in Management dei servizi educativi per la prima infanzia, in stretto rapporto con il nuovo scenario aperto dal sistema integrato 0-6 delineato dalla legge 107/2015, intende rispondere al bisogno, crescente, di qualificare i servizi della prima infanzia sia in ordine alla dimensione pedagogica, che ne rappresenta la ragione d’essere, sia in ordine alla dimensione organizzativo-gestionale che ne rappresenta la condizione di funzionamento. Accanto alla formazione delle figure educative, perciò, occorre accrescere la formazione specialistica di coloro che in questi servizi svolgono o potranno svolgere funzioni direzionali, gestionali, progettuali, nella convinzione che nei servizi educativi non si possa separare la competenza manageriale dalla competenza pedagogica. È a queste figure che si rivolge il Master per formare persone competenti nella progettazione, implementazione, gestione di servizi educativi per la prima infanzia che siano di qualità sia in ordine alla mission educativa, sia in ordine alla natura di servizi per la collettività.

Destinatari:
Il Master è rivolto a:
– Laureati nei corsi di Laurea in Pedagogia, Psicologia, Lettere e Filosofia, Economia e Commercio, secondo gli ordinamenti didattici precedenti all’entrata in vigore del D.M. 509/1999.
– Coloro che sono in possesso di diploma di lauree specialistiche e magistrali nell’area pedagogica, psicologica, sociologica, economica, filosofico-letteraria.

Scadenza invio candidature:
Entro il 10 agosto 2018 sul sito master.unicatt.it/ammissione

Quota di partecipazione:
Il costo è di 3500 euro (gli insegnanti possono finanziarla con la Carta del docente).

Sbocchi professionali:
Per coloro che hanno conseguito il titolo di Master universitario in Management dei servizi educativi per la prima infanzia riguardano l’implementazione e la direzione di servizi di cura per la prima infanzia. Alla conclusione del Master, infatti, i partecipanti saranno in grado di gestire i diversi aspetti di natura organizzativa, economica, giuridica, socioeconomica, pedagogica, sanitaria, tecnica, di progettazione e marketing che consentono la creazione d’impresa nel campo della prima infanzia e/o di potenziare i servizi pubblici nel settore di cura per l’infanzia, in modo particolare asili nido, baby parking e ludoteche.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+