giovedì 15 Aprile 2021,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Infermiere di famiglia e legge sulle persone con disturbi di apprendimento: passi in avanti in commissione sanità regionale

scritto da Redazione
Infermiere di famiglia e legge sulle persone con disturbi di apprendimento: passi in avanti in commissione sanità regionale
“Auspico da tempo il potenziamento dell’assistenza territoriale nella nostra regione. L’introduzione della figura dell’infermiere di famiglia rappresenta un passaggio fondamentale che va nella direzione giusta. Proprio nel pomeriggio di oggi la commissione Sanità si è riunita in modalità telematica, per l’esame della proposta di legge n. 106, ‘Disposizioni per la promozione dell’assistenza infermieristica familiare’, stabilendo i termini per la presentazione delle proposte emendative, ovvero il 12 ottobre per gli emendamenti ed il 19 ottobre per i subemendamenti. Il ruolo dell’infermiere di famiglia assume un aspetto rilevante nell’ambito del rafforzamento dei servizi sociosanitari. Penso al potenziamento dei servizi domiciliari e di prossimità e per le persone anziane.
Allo stesso modo considero importante prestare grande attenzione per i bimbi affetti da disturbo dello spettro autistico. In tal senso sempre nella giornata odierna si è svolta un’audizione sul testo unificato delle proposte di legge 4 e 110 riguardante le “Disposizioni in favore di persone con disturbi specifici di apprendimento”, nell’ambito della quale abbiamo ascoltato Enza Ancora e Genoveffa Lattanzio della Società italiana di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza (Sinpia), così come Pamela Bellanca e Antonella De Cunto dell’Associazione italiana terapisti della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva (Aitne), nonché Stefania Cortese dell’Associazione tecnico-scientifica terapisti della neuro e psicomotricità dell’ètà evolutiva (Anupi). Il termine finale per la presentazione degli emendamenti al testo è il 14 settembre. Mi auguro che l’iter per la nuova legge possa essere completato in tempi relativamente brevi”.
Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare.

Rispondi alla discussione

Facebook