mercoledì 14 Aprile 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Il sindaco Procaccini premia il Terracina calcio 1925

scritto da Redazione
Il sindaco Procaccini premia il Terracina calcio 1925

Il Terracina calcio 1925, vincitrice del campionato di Eccellenza girone B, è stata ricevuta ufficialmente in Comune dal sindaco Nicola Procaccini per una breve quanto significativa cerimonia di premiazione per l’importante risultato sportivo raggiunto: l’agognata serie D.
Traguardo inseguito per anni  e riconquistato con la disputa di un campionato straordinario conclusosi soltanto con gli scontri diretti ai play off.
Alla cerimonia doveva partecipare anche l’assessore allo sport Mario Pescante, il quale per impegni precedenti ha inviato al sindaco Procaccini una lettera letta durante la cerimonia.
Scrive l’assessore Pescante: “Credo che nello sport, in tutti gli sport, non ci sia un momento più bello che quello della vittoria,  soprattutto se questa arriva attraverso un duro e quotidiano impegno.
Incombenza che i giocatori e la dirigenza tutta del Terracina calcio 1925 hanno profuso in quantità industriale per riuscire nell’agognato salto di categoria, obiettivo che la Città attendeva da diversi anni.
Dall’Eccellenza alla serie D, dunque, per un impegno sportivo che si rinnova e diventa per tutti: dirigenti, giocatori, tifosi e istituzioni locali un punto di ripartenza verso traguardi sempre più ambiti dove tutti, però, dovranno conferire la loro massima disponibilità.
Il Comune di Terracina dovrà per questa ragione raddoppiare gli sforzi di vicinanza alla società calcistica e dare una sterzata importante per la soluzione degli atavici problemi che accusa lo stadio Mario Colavolpe.
Difficoltà che pesano come macigni per il diritto degli spettatori di assistere agli eventi sportivi in tutta sicurezza e per la società di trovare negli incassi domenicali un supporto concreto per la copertura, seppur residuale, delle spese di gestione.
Su questo fronte l’amministrazione è in fase operativa con una scaletta di provvedimenti tecnici per la messa a norma degli impianti sportivi.
E’ un programma d’interventi in grado di rendere più agevole il compito del Terracina Calcio 1925, ma anche quello di tutte le società sportive che all’interno del territorio comunale svolgono con entusiasmo la loro attività.
Faccio riferimento all’ormai indifferibile restyling del Palacarucci e del campo di calcio di Borgo Hermada, per i quali in questi giorni sono state avviate le richieste di finanziamento.
Colgo, infine, l’occasione per ringraziare la dirigenza del Terracina calcio 1925  per aver saputo guidare la società verso il traguardo della serie D,  ma anche per aver creato un gruppo di lavoro di professionisti e veri appassionati di calcio”.
“I problemi da risolvere sono tanti e tutti risolvibili – conferma Nicola Procaccini – noi faremo come sempre faremo la nostra parte. Metto per esperienza le mani avanti perché poi tra il dire e il fare c’è sempre il mare di burocrazia e di adempimenti piuttosto rognosi.
Però, come tutti gli avversari rognosi, questi si vincono con lo spirito di squadra con il sacrificio e penso che anche questa partita si possa vincere.
Resto dell’idea che il secreto del successo in qualunque impresa sia la capacità di far sentire tutti protagonisti e di fare in modo che ognuno dia la sua parte di contributo.
Unendo e restando uniti si raggiungono risultati importanti, dividendoci è più difficile.
Questo è l’invito che io faccio a tutti: in primis alla tifoseria che deve essere vicina a questa città e alla sua squadra, come lo è stata e anche di più; e per la classe economica che deve avere la capacità di supportare questo progetto.
Uniti si vince, divisi si perde e la città ha voglia ancora di ottenere buoni risultati”.
Il prossimo anno allestiremo una squadra competitiva – assicura Attilio Saturno, presidente del Terracina calcio 1925. La nostra ambizione è di fare bene anche in serie D e di raggiungere una tranquilla salvezza, togliendoci anche qualche soddisfazione. Il prossimo sarà un campionato difficile, le squadre più forti economicamente si attrezzeranno per fare direttamente il salto nella categoria superiore e tutte le altre si giocheranno la salvezza fino all’ultima partita utile.
Per questo abbiamo bisogno di un saldo connubio tra forze sociali, politiche e tifoseria.
Un invito sento di rivolgere agli imprenditori del territorio: se avete necessità di visibilità mediatica le offerte di  sponsorizzazione che proponiamo per il campionato di serie D sono importanti e competitive per ottenere buoni risultati commerciali. Appena possibile renderemo di dominio pubblico queste offerte di sostegno alla prima squadra di calcio della città, nella speranza che il nostro impegno economico sia supportato anche da tanti altri che hanno a cuore le sorti della gloriosa società biancoceleste”.

Rispondi alla discussione

Facebook