sabato 27 Febbraio 2021,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Il comandante militare della capitale in visita al presidente della Regione Lazio

scritto da Redazione
Il comandante militare della capitale in visita al presidente della Regione Lazio

L’incontro, organizzato nel rispetto delle disposizioni emanate dal Governo con l’ultimo DPCM in materia di contenimento della diffusione del virus CoVid-19, rientra nel ciclo di visite di cortesia che il Generale Castellano, Comandante del Presidio Militare della Regione Lazio sta svolgendo presso le personalità regionali.

Tra i temi trattati nel corso del colloquio, è emersa la collaborazione che potrà fornire il prestigioso Istituto Geografico Militare dell’Esercito, dipendente dal Comando Militare della Capitale, in favore degli istituti scolastici per l’utilizzo nelle classi di cartine geografiche aggiornate. Inoltre, particolare enfasi è stata data al progetto “sbocchi occupazionali”, di cui il Comando Militare della Capitale è l’Ente dell’Esercito Italiano, che ha la responsabilità interforze per la Regione Lazio.

Il progetto, a connotazione interforze, è rivolto in particolar modo alle categorie dei Volontari congedati senza demerito, al fine di supportarli al meglio nella ricerca attiva del lavoro e fornire loro gli strumenti necessari per inserirsi nella nuova realtà lavorativa.

Esso è coordinato a livello nazionale dal Segretariato Generale della Difesa per il tramite di 19 Sezioni per il “Sostegno alla ricollocazione professionale”, operanti presso i Comandi territoriali. In termini pratici, il progetto prevede che il Comando Militare della Capitale, quale Ente responsabile per il Lazio, illustri il progetto agli interessati, mostri loro le opportunità offerte, faccia compilare il modulo di adesione ed inserisca i curricula nella banca dati SILD (Sistema Informativo Lavoro Difesa).

Sulla base dei dati raccolti dalle schede di coloro che avranno aderito al progetto, figure professionali formate ad hoc, gli “Orientatori”, individuano, quindi, percorsi formativi od occupazionali d’interesse.

È allo studio, inoltre, la possibilità che in futuro, attraverso le Scuole di Formazione delle Forze Armate, si possano erogare corsi professionalizzanti in favore dei Volontari congedati senza demerito, i quali, peraltro, potrebbero partecipare a corsi di formazione svolti presso ditte private e finanziati dalla Difesa ovvero a corsi di formazione organizzati dalla Regione.

Il Presidente della Regione Lazio e il Comandante Militare della Capitale, nell’ottica degli ottimi rapporti instaurati nel campo dell’Istruzione, Formazione, Ricerca e Lavoro, hanno confermato il reciproco impegno ad implementare le sinergie in favore del tessuto socio-economico regionale, con l’impiego di giovani in possesso di provate qualità etico-morali e di importanti curricula maturati in servizio, garantendo l’inserimento di “Capitale umano” strategico per il sistema produttivo regionale.

Rispondi alla discussione

Facebook