lunedì 01 Marzo 2021,

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Giorgio Casati lascia la direzione ASL in salute. Ora tocca a Giuseppe Visconti

scritto da Redazione
Giorgio Casati lascia la direzione ASL in salute.  Ora tocca a Giuseppe Visconti

Oggi è l’ultimo giorno di Giorgio Casati al timone dell’ ASL pontina. Dopo 5 anni il manager piacentino va a dirigere l’ASL Roma 2. Un’altra realtà importante, proprio nella Capitale, la città più complicata per la sanità e non solo in quel comparto.  Sono stati anni difficili, a Latina, in cui Casati ha cercato di organizzare al meglio la nave sanitaria, che ha sempre navigato tra tante difficoltà. La riorganizzazione del Goretti di Latina, del Dono Svizzero di Formia, l’apertura di nuovi servizi, delle case della salute. Ovunque Casati ha cercato di razionalizzare e dare forza al progetto sanità sul territorio. Ricordi Giorgio quelle lacrime, quando ti venne assegnato, al museo “Cambellotti”, il riconoscimento “Donne ad honorem”,  concesso finora solo al prof Umberto Veronesi, in occasione della giornata dedicata alla lotta al tumore al seno, nell’ottobre rosa del 2019. Lacrime sincere di un direttore generale che sa di trovarsi in trincea, quotidianamente di fronte a tanti ostacoli. Lacrime sincere, perché Casati ha sempre avuto la giusta sensibilità e conosce le difficoltà di una sanità sempre in affanno. Anni difficili, che poi sono diventati più pesanti, quando, un anno fa, è scoppiata la pandemia, con la riconversione del Goretti ad ospedale Covid, con trasferimenti di alcuni reparti all’Icot. “E stato un lavoro di squadra” ci ha sottolineato. Si è vero! Dunque un bilancio positivo. Poi, negli ultimi mesi, gli attacchi dei consiglieri di centro destra, dopo la rivelazione di una chat, in cui il direttore esprimeva un desiderio ” che a Simeone gli venisse il Covid ” Una battuta di cattivo gusto, un cedimento di nervi, in un periodo di forte stress. Casati fu ripreso, giustamente, dall’assessore regionale D’Amato per questa caduta di stile, lui che ha personalità e signorilità  e  che non ha mai avuto alcun problema con nessuno, sempre disponibile e tollerante, aperto al dialogo con tutti, soprattutto con la stampa. Ma certo, questo episodio antipatico, non può offuscare cinque anni di grande lavoro e di grande professionalità. Sono stati cinque anni intensi che lasceranno il segno, così come lo lasciarono, Petti e Coiro. Al suo posto, per ora, si è preferita una soluzione interna: Giuseppe Visconti, infatti, assumerà, ad interim, fino al 31 marzo, la direzione generale, mantenendo anche quella di direttore sanitario, incarico che ha ricoperto finora.  Poi, ad aprile, da Roma arriverà un altro manager. Visconti, dunque, al timone per 60 giorni, in attesa delle decisioni romane. Visconti, che conosce perfettamente la macchina organizzativa dell’ASL di Latina, saprà operare, in queste settimane, nel solco già tracciato da Giorgio Casati, in questi cinque anni difficilissimi per la  sanità pontina, che comunque ha compiuto un salto di qualità.

Mauro Maulucci

I commenti non sono chiusi.

Facebook