mercoledì 25 Maggio 2022,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Fondi per la zona industriale di Mazzocchio: i Comitati chiedono controlli e trasparenza

scritto da Redazione
Fondi per la zona industriale di Mazzocchio: i Comitati chiedono controlli e trasparenza

Il consorzio industriale del Lazio ha varato un piano delle infrastrutture che potenzialmente è in grado di cambiare il volto alla regione. Solo a Mazzocchio arriveranno 708 mila euro per il completamento dell’area artigianale e l’implementazione dell’impianto di depurazione e di videosorveglianza.

Proprio su quest’ultimo punto chiedono massima attenzione i comitati di Mazzocchio, Boschetto Gricilli Macallè e il Fontanile. “Nel recente passato abbiamo visto andare in fumo 80 mila euro di fondi pubblici. Sono serviti a installare un sistema di videosorveglianza praticamente inutile. Le telecamere infatti non sono in grado di riprendere di notte, lasciando indisturbati tutti coloro che hanno scambiato l’area industriale per una discarica senza costi di conferimento. Auspichiamo che in questa occasione i soldi vengano spesi con maggiore attenzione, dotando l’area di un servizio davvero funzionale”.

I cittadini rinnovano anche l’invito, al Consorzio Lazio e all’amministrazione comunale, a ragionare su una soluzione definitiva riguardante l’abbandono di rifiuti.Spendere soldi una tantum per ripulire l’area non serve – scrivono i cittadini – anzi questo rischia solo di rendere la vita più agevole a chi abbandona i rifiuti. Occorre un intervento composito e risolutivo che porti alla bonifica definitiva e allo stesso tempo a misure che fungano da deterrente, vero, per chi commette i reati. Settimane fa abbiamo discusso insieme al sindaco di Pontinia, Eligio Tombolillo, sulla possibilità di creare un regolamento ad hoc che permettesse l’installazione continuativa di foto trappole controllate direttamente dalla Polizia locale. Un sistema poco oneroso e molto efficiente e già utilizzato, con ottimi risultati, da diversi Comuni limitrofi. Ad oggi pare che questa idea non sia nemmeno stata messa su carta. Crediamo sia arrivato il momento di agire con concretezza, per ridare dignità all’intera area.”

 

 

 

 

I commenti non sono chiusi.

Facebook