domenica 18 Aprile 2021,

polemiche&repliche

Ξ Commenta la notizia

Fondi. “La pratica dello sport sia per tutti i cittadini”

scritto da Redazione
Fondi. “La pratica dello sport sia per tutti i cittadini”

La realtà della pratica delle discipline sportive nel Comune di Fondi è tra quelle più vitali ed importanti di cui si fanno carico tante associazioni sportive dilettantistiche che operano meritevolmente, dando la possibilità a centinaia di ragazze e ragazzi di cimentarsi nel calcio, nella pallavolo, nella pallamano e in altre specialità sportive.
Gli impianti sportivi di cui è proprietario l’Ente comunale sono: lo stadio “D. Purificato” di via Arnale Rosso, il campo sportivo di via Madonna degli Angeli, il Palazzetto dello Sport e la tensostruttura “A. Iacuele”.
Questi impianti non sono gestiti in maniera diretta dal nostro Comune ma, attraverso convenzioni stipulate nel settembre del 2012, sono affidate rispettivamente: lo stadio “D. Purificato” alla S.S. Fondi Calcio, il Palazzetto dello Sport e la tensostruttura “A.Iacuele” all’Associazione Sportiva Dilettantistica “Polisportiva Fondi”. Non abbiamo avuto riscontro di convenzione stipulata con una qualche associazione sportiva per la gestione del campo di calcio Madonna degli Angeli.
Ebbene, secondo quanto previsto dalle rispettive convenzioni le Associazioni e Società sportive utilizzatrici degli impianti dovrebbero corrispondere al Comune di Fondi una minima tariffa, stabilita dalla Delibera di Giunta n.49 del 3 febbraio 2012, per coprire parte delle spese. Abbiamo volutamente usato il condizionale perché, da quanto risulta dal Bilancio consuntivo 2013, approvato dalla maggioranza di centrodestra nell’ultimo Consiglio comunale, si registra che le entrate per l’utilizzo degli impianti sportivi sono stati di euro 7.550,00, a fronte di costi sostenute dal Comune per euro 266.691,63. Ciò significa che questo “servizio a domanda individuale” ha avuto una copertura economica di appena il 2,83%.
Abbiamo sollevato tale questione durante la discussione in Consiglio comunale sul bilancio consuntivo, chiedendo spiegazioni in merito al mancato introito di somme dalla S.S. Fondi Calcio e dalla Polisportiva Fondi, ricevendo dal Sindaco De Meo delle vaghe delucidazioni che parlavano di “lettere di sollecito” e di qualche azione di recupero non meglio specificate.
Considerato che il nostro Comune riesce, fino ad oggi, a sostenere quasi integralmente i costi di gestione degli impianti sportivi, sarebbe opportuno rivedere completamente quelle convenzioni di affidamento, anche in considerazione del fatto che entrambe hanno scadenza nel 2014, prevedendo la totale gratuità dell’utilizzo delle stesse, senza la finzione del tariffario che non viene assolutamente rispettato.
Ma sarebbe opportuno che le nuove convenzioni prevedano anche un controllo preciso e puntuale del Comune sui bilanci delle Società e Associazioni sportive perché, se è giusto riconoscere l’alto valore sociale della pratica delle diverse discipline sportive, è giusto anche che queste siano gestite da associazioni non lucrative di nome e di fatto.
Il controllo puntuale sulla natura non commerciale delle associazioni sportive dilettantistiche è garanzia di serietà e trasparenza.
Se i rapporti tra queste associazioni e l’Ente comunale sono stati fino ad oggi oggetto di un tacito e non scritto accordo di accomodamento tra le parti, potendo diventare motivo di gratitudine verso gli amministratori, questo stato di cose deve assolutamente finire.

Bruno Fiore, Consigliere comunale del Partito Democratico

Rispondi alla discussione

Facebook