sabato 10 Aprile 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Fondi. Commissione Consiliare Speciale Emergenza Covid-19: per la maggioranza non ce n’è alcun bisogno

scritto da Redazione
Fondi. Commissione Consiliare Speciale Emergenza Covid-19: per la maggioranza non ce n’è alcun bisogno

Per la maggioranza consiliare che sostiene il Sindaco Maschietto la situazione di grave emergenza sanitaria, sociale ed economica che la nostra Città sta vivendo da otto mesi a questa parte per via della diffusione del Covid-19 non merita l’istituzione di una Commissione Consiliare Speciale. Non ce n’è bisogno. Questo il dato politico emerso dalla seduta straordinaria di Consiglio Comunale di Venerdì pomeriggio. Questo il responso al termine di un lungo botta e risposta tra le forze di Opposizione e gli esponenti della coalizione che fa capo a Forza Italia. La proposta, sottoscritta da tutti e sette i Consiglieri di Opposizione, e sostenuta convintamente anche dai rispettivi Partiti e movimenti politici di appartenenza, prevedeva la costituzione di un’apposita Commissione dedicata alla gestione di tutti gli aspetti legati all’Emergenza, come illustrato anche a mezzo stampa nei giorni scorsi. Ai sensi dell’art. 84 del Regolamento degli Organi del Comune di Fondi, che prevede la possibilità per “il Consiglio Comunale, a maggioranza assoluta, di costituire, con apposito atto deliberativo e in qualsiasi momento, Commissioni Speciali e di indagine per lo studio di problemi straordinari e particolarmente complessi”. 

Prima un presunto pericolo di blocco e condizionamento paventato dal primo cittadino, timoroso di doversi confrontare per ogni scelta con una Commissione Speciale. Poi l’accusa di irresponsabilità per aver osato proporre una Commissione Speciale rispetto alle ben dieci Commissioni permanenti, omettendo di dire che quella Emergenza sarebbe stata l’unica a non prevedere alcun gettone di presenza. Ancora l’alibi della tempestività delle scelte, dimenticando evidentemente che questa Amministrazione, riunitasi per la prima volta in una seduta consiliare lo scorso 24 Ottobre, dopo oltre un mese di vita non ha ancora provveduto all’insediamento di nemmeno una Commissione Consiliare permanente. Infine, addirittura, l’offesa di alcuni nel definire la nostra una proposta di Delibera da “smontare pezzo per pezzo” e di altri nel bollare come “vetrina delle forze di opposizione” quest’iniziativa, quando la realtà dice che in molte altre Città d’Italia proprio il Sindaco ha proposto al Consiglio di deliberare in tal senso.

Poi la proposta che fosse la Conferenza dei Capigruppo Consiliari ad occuparsi delle stesse competenze, infine una contromossa, ovvero una proposta di Mozione solo accennata, tant’è che non è nemmeno finita agli atti essendo priva di qualsiasi sottoscrizione, per evitare che il quarto ed ultimo punto all’Ordine del Giorno giungesse al suo naturale epilogo, ovvero la deliberazione a seguito di votazione. Ed a questo punto, su espressione palese come richiesto dalle nostre forze consiliari, è emersa la chiara volontà da parte della maggioranza di rifiutare qualsiasi collaborazione da parte dell’opposizione. Con i voti contrari dei rappresentanti di Forza Italia, Litorale e Sviluppo Fondano, Io Sì, Democrazia Cristiana e Noi per Fondi, con la prevedibilissima sponda dell’ormai a tutti gli effetti arruolato Presidente dell’assise Mastrobattista, la proposta relativa ad una Commissione Emergenza esposta in Consiglio da Francesco Ciccone e sostenuta da tutta l’opposizione, è stata rispedita al mittente. Evidentemente è opinione della maggioranza che a Fondi non ci sia alcuna difficoltà sanitaria e che non sussista alcuna crisi economica e sociale legata all’emergenza pandemica.

I Consiglieri Cardinale Franco, Ciccone Francesco, Lippa Tiziana, Marcucci Stefano Enea Guido, Parisella Luigi, Venditti Salvatore e Vocella Luigi, nel prendere atto che un nobile ed umile tentativo di dare manforte all’azione amministrativa in un periodo storico così particolare sia caduto nel vuoto, auspicano un cambio di rotta da parte della maggioranza consiliare, al fine di rispondere con efficacia e concretezza alle problematiche che ogni giorno i Cittadini sollevano. Di certo l’aver reputato non utile alla causa ed addirittura inconcludente l’istituzione di una Commissione Speciale di questo tenore rappresenta una mancanza di responsabilità istituzionale di cui ogni fondano ci auguriamo prenda contezza. Se nelle Città di Livorno, Modena, Aosta, Bergamo, Alghero, Verona, Ferrara, Riva del Garda, Arzano, solo per citarne alcune, da mesi opera una Commissione Emergenza e qui si è ritenuto non ce ne sia necessità evidentemente abbiamo una diversa visione delle cose ed una lettura dei numeri dei contagi e della crisi sociale ed economica diametralmente opposta rispetto a chi oggi governa la Città di Fondi.

L’Opposizione consiliare continuerà a stare vicino alla cittadinanza ed a sollecitare l’Amministrazione Comunale perché Fondi non merita di morire di Covid-19 e nemmeno per colpa di una maggioranza incapace ed inconcludente. Come avvenuto in quest’occasione, sarà nostra premura dare priorità all’interesse della collettività, unendo le forze anche se politicamente su fronti diversi, cosa che invece la maggioranza non è riuscita a fare, o non ha voluto fare.

I Consiglieri Comunali

Cardinale Franco

Ciccone Francesco

Lippa Tiziana

Marcucci Stefano Enea Guido

Parisella Luigi

Venditti Salvatore

Vocella Luigi

Rispondi alla discussione

Facebook