giovedì 05 dicembre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Primo Piano

Ξ Commenta la notizia

Ferrovia Gaeta – Cassino, passa l’emendamento al DEFR 2020

scritto da Redazione
Ferrovia Gaeta – Cassino, passa l’emendamento al DEFR 2020

“Il completamento della ferrovia regionale Formia-Gaeta-Minturno-Cassino è una delle priorità assolute della rete infrastrutturale del Lazio e dell’intero centro-sud Italia. Con grande soddisfazione posso annunciare che nella commissione Bilancio dedicata all’esame del ‘Documento di economia e finanza regionale 2020 anni 2020-2022’ è stato accolto l’emendamento presentato dal gruppo di Forza Italia con il sottoscritto primo firmatario, che inserisce questa opera tra gli obiettivi strategici del DEFR 2020.
Si tratta di un’infrastruttura decisiva per la modernizzazione e l’accessibilità del nostro territorio, per la valorizzazione dei sistemi produttivi locali e il completamento delle strutture collegate al Porto di Gaeta. Il collegamento su ferro, sulla linea Roma–Napoli, tra Cassino ed il porto Gaeta, con la connessione delle province di Frosinone e Latina, crea di fatto una intermodalità trasversale in tutto il Lazio e una piattaforma logistica fondamentale per lo scambio delle merci e per lo sviluppo economico dei territori. Oggi, in un’ottica di incremento e miglioramento del sistema infrastrutturale della provincia di Latina e del Lazio, è fondamentale integrare il trasporto passeggeri, alleggerendo il traffico su gomma, con quello che rappresenta uno snodo strategico per il trasporto e la commercializzazione delle merci, vista anche la vicinanza del mercato ortofrutticolo di Fondi (M.O.F.). Vantaggi indiscutibili potranno esserci anche per il collegamento diretto dello stabilimento Fiat con il Porto di Gaeta conseguente al proseguimento della linea ferroviaria fino a Cassino”.
Lo dichiara in una nota Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria e welfare

 

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+