domenica 18 Aprile 2021,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Estate: più che la destinazione interessa con chi si parte

scritto da Redazione
Estate: più che la destinazione interessa con chi si parte

Ben quattro italiani su dieci, poi, sarebbero disposti a cambiare la destinazione scelta per le vacanze davanti a un’offerta simile per attività e servizi offerti ma scontata del 10%, una percentuale di “traditori” che sale a circa il 50% tra i curiosi, ovvero tra coloro che ricercano destinazioni nuove. La vacanza è quindi “questione di destinazione” solo per il 60% degli italiani, mentre per gli altri la meta rimane importante solo fino all’offerta economica.  L’auto è il mezzo di trasporto più diffuso (65%), seguito dall’aereo (21%), dal treno (7%) e da altri mezzi (7%) e si segnala in crescita l’intermodalità, soprattutto per i viaggi con lunghe tappe di trasferimento. Il 28% di chi viaggia in aereo ha dichiarato di noleggiare un’auto. Il 13% dei vacanzieri – rispetto al 10% del 2012 e al 7% del 2011 – pensa che sicuramente o probabilmente userà un’auto a noleggio, effetto della diffusione del trasporto aereo ma anche delle esigenze di risparmio delle famiglie italiane, che hanno tagliato la seconda macchina tenendo solo l’auto da città e noleggiano per le vacanze. I dati sulla durata delle prossime vacanze estive degli italiani registrano per quasi l’80% soggiorni tra i 7 e i 15 giorni con un calo delle “vacanze lunghe” e una crescita dei week-end. Una tendenza ormai strutturale negli ultimi anni, certamente legata anche a un diverso modo di impiegare il tempo libero – più periodi di vacanza durante l’anno – ma, inevitabilmente, la conferma della crisi almeno per tutto il 2013.

Rispondi alla discussione

Facebook