mercoledì 23 ottobre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Politica

Ξ Commenta la notizia

Dalla Regione Lazio, bandi, lavoro e sanità

scritto da Redazione
Dalla Regione Lazio, bandi, lavoro e sanità
150mila euro per finanziare il restauro e la digitalizzazione delle opere cinematografiche e audiovisive

La Regione ha pubblicato l’avviso pubblico contenente le modalità ed i criteri per finanziare il restauro e la digitalizzazione di opere cinematografiche e audiovisive, rare e di pregio, di interesse regionale, attraverso la concessione di contributi a fondo perduto.

Possono essere ammesse alle sovvenzioni:
a) le imprese di post-produzione di opere cinematografiche e/o audiovisive, con sede legale o operativa nella regione Lazio;
b) le cineteche con sede legale e domicilio fiscale in Italia;

Voci di costo ammissibili: spese sostenute nel territorio regionale che facciano espresso riferimento al progetto ed in particolare alle seguenti fasi di lavorazione:
a) operazioni relative al restauro dei materiali da digitalizzare, fra cui la pulizia e la riparazione del supporto;
b) scansione digitale;
c) eventuale trattamento di digital clean e color correction;
d) eventuale realizzazione di una copia in pellicola del materiale ovvero dell’opera digitalizzata, ai fini di una più efficace conservazione del materiale;
e) acquisto o noleggio di sistemi o spazi di memorizzazione, archiviazione e di gestione dei file del materiale digitalizzato.

Il contributo non può superare l’80% dei costi ammissibili e comunque quanto necessario al pareggio di bilancio (inteso quale differenza tra spese ed eventuali ulteriori entrate) del progetto. I contributi sono concessi in ordine di graduatoria fino all’esaurimento delle risorse previste.

I progetti che rispettano tutti i requisiti richiesti devono prevedere di concludersi entro e non oltre il 30/10/2019.

Risorse finanziarie disponibili: 150.000,00 €.

Termine di presentazione delle domande: entro e non oltre le ore 12,00 del 29 marzo 2019.

Vitivinicolo, nuove disposizioni per ottenere le autorizzazioni per nuovi impianti di viti per uva da vino per l’anno 2019

Con circolare del coordinamento Agea n. 12599 del 14 febbraio 2019 sono state dettate le nuove disposizioni nazionali concernenti il sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli e di avvio della campagna di rilascio delle nuove autorizzazioni per l’anno 2019 per una superficie per nuovi impianti a disposizione per la Regione Lazio complessivamente pari a 182 Ha.

Per la Regione Lazio è inoltre previsto un  limite massimo per domanda pari a 25 Ha e l’adozione dei seguenti criteri di priorità, validi per l’intera superficie messa a disposizione, relativo a parcelle agricole specifiche identificate nella richiesta caratterizzate dalle seguenti tipi di superficie:

a) Superfici ubicate in zone di montagna, almeno sopra i 500 metri di altitudine, altipiani esclusi, per un peso di priorità stabilito pari a 0,6.

b) Produzione biologica, criterio soddisfatto se i richiedenti, già viticoltori al momento di presentare la richiesta ed essi stessi hanno applicato le norme relative alla produzione biologica di cui al regolamento (CE) n. 834/2007 e, se applicabile, al regolamento (CE) n. 889/2008 all’intera superficie vitata delle loro aziende per almeno cinque anni prima di presentare la richiesta, per un peso di priorità stabilito pari a 0,4.

Per coloro che intendano chiedere superficie per i nuovi impianti avvalendosi dei criteri di priorità, la domanda dovrà essere corredata dei seguenti elementi:

– nel caso del criterio a) sopra indicato la domanda dovrà specificare le parcelle agricole aventi i requisiti richiesti.

– nel caso di criterio b) dovrà essere allegato il documento dell’Organismo di certificazione del Biologico attestante tale requisito, formulato in conformità al fac-simile dell’Allegato II alla circolare del coordinamento Agea 12599/2019, pena il mancato riconoscimento del requisito. Qualora l’operatore, nell’arco temporale del periodo di osservazione, ha cambiato Organismo di certificazione, al fine di rispettare la continuità nella certificazione, è possibile presentare attestazione di diversi organismi di certificazione per i relativi periodi di assoggettamento.

Presentazione delle domande: in modalità telematica in ambito SIAN come previsto nella circolare indicata ed a cui si rimanda, a partire dal 15 febbraio e fino al 31 marzo 2019.

Si ricorda altresì che con l’entrata in vigore della legge n. 238/2016 “Testo Unico del vino”, all’Art.69 è stabilito il sistema sanzionatorio in merito al mancato utilizzo delle autorizzazioni assegnate.

Istruzione, deliberate le modalità e i criteri per l’erogazione delle borse di studio in favore degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado statali e paritarie della Regione Lazio per l’anno scolastico 2018/2019

Il Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 63 ha istituito per il triennio 2017/2020 il “Fondo unico per il welfare dello studente e per il diritto allo studio” per l’erogazione di borse di studio a favore degli studenti iscritti alle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali e paritarie al fine di contrastare il fenomeno della dispersione scolastica.

Allo scopo di finanziare le suddette borse di studio il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) con decreti annuali assegna risorse alle Regioni demandando loro il compito di determinare l’importo della singola borsa di studio ed il livello di ISEE per poter accedere al beneficio.

Le borse di studio vengono erogate dal MIUR per ciascuno degli anni scolastici 2017/18, 2018/19, 2019/20 sulla base degli elenchi dei beneficiari che le Regioni trasmettono annualmente mediante caricamento nell’apposito sistema informatico messo a disposizione dal Ministero.

Per l’anno scolastico 2018/19 il D.M. n. 686/2018 ha assegnato alla Regione Lazio l’importo complessivo di euro 3.203.615,90.

La Regione Lazio con la deliberazione n. 50/2019 ha stabilito:

– di ammettere al beneficio gli studenti residenti nella Regione Lazio frequentanti gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari e appartenenti a famiglie con ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a euro 10.700,00;

– di determinare l’importo della singola borsa di studio in euro 200,00 demandando alla Direzione Regionale competente la facoltà di rideterminarlo con successivo provvedimento in rapporto al numero totale dei richiedenti e alle risorse finanziarie disponibili nel limite massimo di euro 500,00 così come previsto dalle disposizioni ministeriali;

– di affidare ai Comuni, in quanto enti di prossimità in grado di raggiungere più facilmente l’utenza, i seguenti compiti:

  • la raccolta delle domande di accesso alla borsa di studio degli studenti residenti nel proprio territorio;
  • la valutazione formale della loro ammissibilità in base ai requisiti previsti dalla presente deliberazione;
  • la trasmissione degli elenchi delle domande ammissibili alla Direzione Regionale;

– di adottare un’unica graduatoria regionale in ordine crescente di ISEE, riconoscendo la precedenza allo studente più giovane d’età in caso di parità di ISEE.

Possono presentare domanda: gli studenti residenti nella Regione Lazio frequentanti gli Istituti secondari di secondo grado statali e paritari e appartenenti a famiglie con ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a euro 10.700,00.

Termini di presentazione delle domande: le famiglie interessate dovranno recarsi presso il Comune di residenza per la compilazione delle domande che i Comuni dovranno inoltrare alla Regione Lazio entro l’8 marzo 2019.

Sanità, bando di concorso del San Raffaele Montemario per la copertura di 98 posizioni

L’International Hospital srl, ai fini della gestione della Struttura Sociosanitaria denominata “San Raffaele Montemario”, specializzata in Residenza Sanitaria di Alta Intensità ed Hospice, ha indetto un Bando di Concorso, per titoli ed esami, per la copertura di n. 98 posizioni così distinte:

-89 posti di collaboratore professionale sanitario a tempo indeterminato (CCNL Personale dipendente strutture sanitarie associate AIOP -RSA) così distinti:

  • 50 posti di Infermiere livello E2;
  • 19 posti di Operatore Socio Sanitario livello D2;
  • 6 posti di Fisioterapista livello E2;
  • 2 posti di Educatore livello E2;
  • 1 posto di Assistente sociale livello E2;
  • 1 posto di Dietista livello E2;
  • 10 posti di Ausiliario livello B;

-9 posti di personale non sanitario a tempo indeterminato (CCNL Personale dipendente strutture sanitarie associate AIOP -RSA) così distinti:

  • 4 posti di Addetto al Centralino livello B2
  • 2 posti di Impiegato d’ordine livello D1;
  • 1 posto di Impiegato di concetto livello E1;
  • 2 posti di Operaio livello B.

Possono partecipare: coloro che sono in possesso di Laurea, Diploma Universitario, Titolo valido ai fini dell’esercizio professionale per cui si partecipa alla selezione, eventuale iscrizione ad Albo Professionale se previsto.

Presentazione delle domande: mediante compilazione di una domanda on-line da compilare sul sito internet www.internationalhospital.it, entro e non oltre le ore 12,00 del 30° giorno successivo, non festivo, alla data di pubblicazione del presente Bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso l’ARES 118

L’ARES 118 ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 9 posti di Collaboratore Professionale Sanitario -Infermiere (categoria D);
  • 3 posti di Operatore Tecnico – Barelliere – Autista (categoria B).

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Ares 118 anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a).

Termini di presentazione delle domande: entro il 30^ (trentesimo) giorno successivo dalla data di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso la ASL Roma 4

La ASL Roma 4 ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 1 posto di Dirigente Medico – disciplina Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza;
  • 1 posto di Dirigente Medico – disciplina Ostetrica e Ginecologia;
  • 1 posto di Dirigente Medico – disciplina Cardiologia;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico di Radiologia Medica ctg. D;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva ctg. D;
  • 2 posti di Collaboratore Professionale Assistente Sociale ctg. D;
  • 2 posti di Dirigente Medico – disciplina Psichiatria;
  • 3 posti di Collaboratore Professionale Logopedista ctg. D;
  • 4 posti di Assistente Amministrativo ctg. C;
  • 4 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere ctg. D;
  • 4 posti di Dirigente Medico – disciplina Radiodiagnostica;
  • 4 posti di Dirigente Psicologo;
  • 4 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico della Prevenzione ctg. D.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Sanitaria Locale di Roma 4 anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: entro il 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV serie Speciale.

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso la ASL Roma 3

La ASL Roma 3 ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario –Infermiere, cat. D;
  • 1 posto di Dirigente Medico – Disciplina Psichiatria;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario –Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico, cat. D.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Sanitaria Locale di Roma 3 anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: entro il 30° giorno successivo a quello di pubblicazione del presente avviso, per estratto sul B.U.R. Lazio del 19.02.2019.

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea

L’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 1 posto di Dirigente Medico disciplina Cardiologia;
  • 1 posto di Dirigente Medico disciplina Medicina e Chirurgia D’Accettazione e D’Urgenza;
  • 1 posto di Dirigente Farmacista;
  • 2 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico di Laboratorio Biomedico cat. D;
  • 14 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico di Radiologia Medica cat. D.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: entro il trentesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente bando per estratto sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV serie speciale Concorsi ed Esami.

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso l’Azienda Ospedaliera Complesso Ospedaliero San Giovanni – Addolorata

L’Azienda Ospedaliera Complesso Ospedaliero San Giovanni – Addolorata ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 1 posto di Operatore Socio Sanitario;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – ostetrica – Cat. D;
  • 1 posto di posto di Dirigente analista;
  • 1 posto di Dirigente medico disciplina cardiologia;
  • 1 posto di Dirigente medico disciplina chirurgia vascolare;
  • 1 posto di Dirigente medico disciplina gastroenterologia;
  • 1 posto di Dirigente medico disciplina neurologia;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – fisioterapista Cat. D;
  • 2 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – infermiere – Cat. D.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Ospedaliera Complesso Ospedaliero San Giovanni – Addolorata anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: entro 15 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019.

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso la ASL di Viterbo

La ASL di Viterbo ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • l posto di Dirigente Farmacista – Disciplina Farmacia Ospedaliera;
  • 1posto di Dirigente Medico – Disciplina Psichiatria;
  • 1 posto di Dirigente Medico – Disciplina Medicina Interna;
  • 1 posto di Dirigente Medico – Disciplina Neurologia;
  • 1 posto di Dirigente Medico – Disciplina Radiodiagnostica;
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Fisioterapista (cat. D);
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico Audiometrista (cat. D);
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei luoghi di Lavoro (cat. D);
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico di Laboratorio Biomedico (cat. D);
  • 1 posto di Collaboratore Professionale Sanitario – Tecnico di Radiologia (cat. D);
  • 2 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Infermiere (cat. D);
  • 2 posti di Collaboratore Professionale Sanitario – Ostetrica (cat. D);
  • 2 posti di Dirigente Psicologo – Disciplina Psicoterapia;
  • 3 posti di Dirigente Medico – Disciplina Ortopedia e Traumatologia.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Sanitaria Locale di Viterbo anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: dal 1° al 30° giorno di pubblicazione dell’avviso/comunicazione a tutti i soggetti eventualmente interessati in Gazzetta Ufficiale.

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, avviso pubblico per la procedura finalizzata alla stabilizzazione del personale precario presso la ASL di Frosinone

La ASL di Frosinone ha indetto l’avviso pubblico per la procedura di stabilizzazione di cui all’articolo 20 comma 1 del D.Lgs. 75/2017 del personale precario per i seguenti profili:

  • 1 posto di Dirigente Farmacista;
  • 10 posti di CPS – Infermiere;
  • 3 posti di CPS – Tecnico di Laboratorio Biomedico;
  • Personale della Dirigenza Medico Veterinaria nelle seguenti discipline:
  • Cardiologia 4 posti;
  • Chirurgia Generale 1 posto;
  • Ginecologia e Ostetricia 1 posto;
  • Medicina e Chirurgia D’Accettazione e Urgenza 1 posto;
  • Medicina Interna 1 posto;
  • Oncologia 2 posti;
  • Otorinolaringoiatria 3 posti;
  • Gastroenterologia 1 posto;
  • Psichiatria 2 posti.

Possono partecipare coloro che:

a) risultano in servizio successivamente alla data del 28/08/2015 con contratto di lavoro a tempo determinato nel profilo, oggetto della procedura di stabilizzazione, presso l’amministrazione che procede all’indizione del bando;

b) sono stati assunti a tempo determinato attingendo da una valida graduatoria a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura concorsuale, per esami e/o titoli, ovvero prevista anche in una normativa di legge;

c) hanno maturato alla data del 31/12/2017 almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni ( dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017) nel medesimo profilo di cui al punto a).
Il requisito di cui al punto c) può essere stato maturato oltre che presso l’Azienda Sanitaria Locale di Frosinone anche presso diverse amministrazioni del SSN esclusivamente per il personale adibito allo svolgimento di attività e funzione di rilevanza e connessione diretta ai fini dell’erogazione dei LEA.
Sono validi i servizi prestati con diverse tipologie di contratto flessibile ( co.co.co e libero professionali) purchè relative ad attività del medesimo profilo professionale di cui al punto a);

d) sono in possesso di tutti i requisiti previsti dalla normativa concorsuale vigente per l’assunzione nello specifico profilo.

Termini di presentazione delle domande: entro 30 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello della data di pubblicazione dell’estratto sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019

Per leggere gli avvisi completi consultare il Bollettino Ufficiale della Regione Lazio del 19.02.2019 – N. 15 – Supplemento n. 1.

Sanità, riapertura dei termini dell’avviso pubblico per la formulazione di una graduatoria per incarichi a tempo determinato di dirigenti medici – varie discipline – per la ASL di Latina

La ASL di Latina ha riaperto i termini per la partecipazione all’avviso pubblico per la formulazione di una graduatoria da utilizzare sia per incarichi a tempo determinato, per mesi 24, da conferire a Dirigenti Medici – disciplina di Medicina e Chirurgia d’accettazione – presso il Presidio Ospedaliero di Terracina-Fondi e sia per incarichi a tempo determinato, per mesi 24, da conferire a Dirigenti Medici – disciplina di Pediatria – presso il Presidio Ospedaliero di Fondi.

Il testo integrale della presente procedura, con l’indicazione dei requisiti e delle modalità di partecipazione allo stesso, è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 24 del 22/03/2018 ed in pari data, sul sito istituzionale della Azienda ASL di Latina: www.asl.latina.it – Sezione Avvisi e Concorsi.

Possono partecipare: laureati in Medicina e Chirurgia, con diploma di specializzazione nella disciplina d’interesse oggetto dell’Avviso, ovvero in disciplina riconosciuta equipollente o affine ed iscritti all’Albo dell’Ordine dei Medici – Chirurghi.

Termine per la presentazione delle domande: entro il 30° giorno successivo a quello della data di pubblicazione dei presenti bandi di riapertura dei termini sul B.U.R.L. del 19.02.2019.

Sanità, avviso pubblico per il conferimento di 1 incarico di durata quinquennale di direttore della U.O.C. “Gastroenterologia” afferente al Dipartimento Oncologico della ASL Roma 1

Avviso pubblico per il conferimento di un incarico quinquennale di Direttore della U.O.C. “Gastroenterologia” afferente al Dipartimento Oncologico della ASL Roma 1.

Possono partecipare: laureati in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Gastroenterologia ed iscritti all’albo dell’ordine dei medici e con anzianità di servizio di sette anni nel profilo di Dirigente Medico, di cui cinque nella disciplina di Chirurgia Generale o disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina.
E’ richiesto anche curriculum formativo e professionale in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza.

Presentazione delle domande: entro il termine perentorio del 30° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+