domenica 17 Ottobre 2021,

Provincia di Latina

Ξ Commenta la notizia

Cusani a Cisterna per interventi sulla scuola Darby

scritto da Redazione
Cusani a Cisterna per interventi sulla scuola Darby

Sopralluogo del Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani, e dei suoi collaboratori e tecnici per programmare una serie di interventi a beneficio del plesso scolastico superiore di via Einaudi di Cisterna.
Ad accoglierlo quest’oggi c’erano il Sindaco Antonello Merolla, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Teseo Cera, l’Assessore ai Lavori Pubblici Valentino Leone, il Preside Pasquale Gionta.
La visita al polo tecnico Settore Tecnologico e Settore Economico è stata propedeutica all’individuazione di una serie di interventi di manutenzione del plesso scolastico così da rendere la struttura più accogliente e trovare spazi utili per dare un servizio ed un’offerta scolastica di maggiore qualità.
Nel corso dell’incontro si è discusso circa la realizzazione di lavori che garantiscano un maggior decoro interno dello stabile, la sistemazione delle aree a verde e sportive, il miglioramento del punto di accesso all’edificio e l’implementazione di un sistema di videosorveglianza contro furti e atti vandalici.
“E’ stata un’occasione propizia – ha detto Merolla – anche per un più ampio confronto sulle problematiche della nostra città di competenza dell’amministrazione provinciale. Ad esempio la raccolta differenziata il cui nuovo e moderno impianto informatizzato “a punti” presente nell’area antistante la scuola è stato accolto con grande favore da Cusani che si è detto entusiasta e si è impegnato a cercare insieme soluzioni che possano estendere il progetto ad aree più ampie della città.
Ringrazio Cusani per la disponibilità dimostrata nei confronti della città e di questa amministrazione e sono certo che questo incontro porterà ad una maggiore sinergia e miglior coordinamento tra i due enti nel comune intento di risolvere le problematiche e migliorare la qualità dei servizi offerti ai nostri cittadini”.

Rispondi alla discussione

Facebook