venerdì 05 Marzo 2021,

News

Ξ Commenta la notizia

Covid 19, oltre 100 mila domande all’Inail di operatori sanitari

scritto da Redazione
Covid 19, oltre 100 mila domande all’Inail di operatori sanitari

Sono oltre 100.000 le denunce pervenute all’Inail, al 30 novembre scorso, per infezioni professionali da Covid-19. “E’ un dato generale drammatico – sottolinea Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale della UGL Sanità – se consideriamo che l’Inail non tiene conto dei casi di coloro che non sono assicurati e quindi stiamo parlando di cifre che vanno lette per difetto. A pagare il prezzo maggiore tra i lavoratori delle varie categorie professionali sono gli operatori della sanità e dell’assistenza sociale. Sono 71.673 i casi che li coinvolgono, pari al 68,7 del totale delle denunce giunte all’Inail. I tecnici della salute guidano, loro malgrado, questa classifica con il 38,6% di infezioni da Covid-19 contratte e tra di loro l’82% sono infermieri, il 18,6% sono OSS e il 9,5% medici”. Giuliano poi analizza i tristi numeri dei deceduti. “Sono 366 i decessi registrati. E’ un numero destinato tragicamente a aumentare quando verranno aggiornati i dati di dicembre. Anche in questo caso sono gli infermieri a contare i numeri più alti con il 9,3% di morti tra le loro fila a causa del virus”. Il sindacalista poi conclude. “Non possiamo restare inermi di fronte a questa ecatombe sociale che il virus ha scatenato. Gli operatori della sanità continuano a prestare con professionalità e generosità il loro servizio che non conoscerà un minuto di sosta neppure durante il Natale, ma dall’esplosione della pandemia a oggi il quadro generale e quello loro in particolare non ha mostrato miglioramenti. Per fare scudo al propagarsi del virus, per combatterlo e vincerlo, non si può prescindere dalla sicurezza assoluta di chi deve assistere e curare gli italiani”.

Rispondi alla discussione

Facebook