martedì 15 ottobre 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Cori, project financing preliminare per il centro sportivo polifunzionale Stoza

scritto da Redazione
Cori, project financing preliminare per il centro sportivo polifunzionale Stoza

La Giunta Municipale del Comune di Cori ha preso atto con delibera in questi giorni della relazione tecnico-economica preliminare di Project Financing della Società Sveco S.p.a. e avente ad oggetto il recupero, la valorizzazione e il potenziamento del centro sportivo polifunzionale di Stoza – piscina, palestra, campi da tennis (foto di ASD Cori Montilepini) – per un investimento complessivo previsionale stimato in 3.750.000,00 euro.

L’ente lepino si rende dunque disponibile a seguire l’iter previsto e disciplinato dal codice degli appalti in materia di Project Financing. La Società Sveco S.p.a. formulerà il Progetto di fattibilità, corredato di documentazione prevista e completo sotto il profilo tecnico, contabile ed amministrativo e verrà indetta una conferenza dei servizi con i soggetti interessati per la stesura di un Protocollo di intesa finalizzato alla fattibilità della proposta.

Il progetto di finanza sommario redatto dal promotore economico – la Società Sveco S.p.a. – prevede alcune linee guida circa gli interventi da realizzare: completamento, ristrutturazione e ammodernamento, interno ed esterno, delle strutture e degli impianti, con sistemazione e arredo delle aeree esterne – accessi, parcheggio, zone verdi, alberature – e particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’obiettivo ultimo dichiarato nel documento è quello di ridare vita ad un polo sportivo, ma anche culturale e ricreativo, di proprietà pubblica, capace di esprimere un’offerta di qualità, ampia e diversificata, ma soprattutto fruibile per la comunità, e dunque accessibile a tutti, a prezzi contenuti, grazie ad una gestione razionale dell’intera impiantistica, e nelle migliori condizioni di confort e sicurezza per l’utenza, che torni ad essere un punto di riferimento anche fuori dai confini comunali.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+