martedì 28 Giugno 2022,

News

Ξ Commenta la notizia

Cori informa

scritto da Redazione
Cori informa

Racconta in radio Rio 2016
Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano
La testata giornalistica di informazione sportiva SuperNews, promuove il concorso ‘Borse di studio SuperNews’, che premia uno studente universitario e un professionista, o appassionato del mondo della radio, che abbia elaborato attraverso l’informazione radiofonica il miglior progetto di ricerca per valorizzare gli sport di nicchia presenti ai prossimi Giochi olimpici: tiro con l’arco, badminton, boxe, canoa, equitazione, hockey su prato, golf, trampolino elastico, pallamano, pentathlon, rugby a 7, vela, tiro a segno, tennistavolo, taekwondo, triathlon, sollevamento pesi, lotta.
L’iniziativa si rivolge agli appassionati del giornalismo radiofonico e agli studenti italiani iscritti a un corso di laurea triennale o specialistica di Lettere, Scienze della comunicazione, Scienze politiche, Giurisprudenza ed Economia, presso un ateneo nazionale, che dimostrino l’impegno nel proprio percorso accademico e nel giornalismo radiofonico attraverso un elaborato di 3.000 parole che illustri un progetto di ricerca che valorizzi, attraverso l’informazione radiofonica, gli sport di nicchia presenti alle olimpiadi di Rio 2016.
Una giuria composta da rappresentanti di SuperNews sceglierà i due vincitori, ai quali verrà offerta una borsa di studio di 500,00 euro e l’opportunità di svolgere uno stage presso la redazione di un’importante emittente radiofonica nazionale. L’iscrizione è gratuita e va inviata entro il 31 Marzo 2016.  Maggiori informazioni su http://news.superscommesse.it/iniziative/borsa-di-studio-2015-2016.html


CORARTE, prendiamo l’Arte a Cuore. Ultimato il restauro delle due antiche tele ‘Madonna del Soccorso con San Francesco e Sant’Agostino’ e ‘Sposalizio della Vergine’
Verranno presentate al pubblico sabato pomeriggio e restituite alla comunità
Sabato 19 Marzo, alle ore 18:00, presso la Chiesa di Santa Maria della Pietà, a Cori, verranno restituite alla comunità le due antiche tele restaurate su iniziativa dell’Associazione culturale CORARTE, grazie ai fondi raccolti con la campagna “CORARTE, PRENDIAMO L’ARTE A CUORE” e a quelli donati dall’ICN-NAICI in occasione dei suoi 25 anni di attività.
Le due tele saranno presentate al pubblico dalla storica dell’arte Antonina Ducci, dopo una breve introduzione di Don Angelo Buonaiuto. La prima tela restaurata, con il contributo dell’ICN-NAICI, è ‘Madonna del Soccorso con San Francesco e Sant’Agostino’, proveniente dalla chiesa di San Salvatore e datata alla seconda metà del ‘600.
Commissionata da Rosato Bucciarelli, probabilmente per il 150° anniversario dell’apparizione della Vergine alla piccola Oliva, l’evento che fece nascere il culto della Madonna del Soccorso, si caratterizza per il fatto di rappresentare Agostiniani e Francescani sotto la Vergine, come a voler ricordare a tutti l’appartenenza ad un’unica famiglia e il medesimo impegno per la pace.
La seconda tela, ‘Sposalizio della Vergine’, appartenente alla Chiesa di Santa Maria della Pietà, risale al XVIII secolo e può essere attribuita alla scuola del Cavalier Carlo Maratta. Entrambe le opere torneranno nel loro luogo originario, rispettivamente nella Chiesa di San Salvatore e nella Chiesa di Santa Maria della Pietà.
Il progetto rientra negli obiettivi di CORARTE, ossia restaurare le opere d’arte antiche di Cori e Giulianello e promuoverne la conoscenza e la valorizzazione. Se il restauro è importante per arrestare il degrado che distrugge un patrimonio prezioso per la comunità, altrettanto rilevante è la sua riscoperta da parte dei cittadini: conoscere le pagine di storia locale che le opere raccontano, permette di riappropriarsi di questo museo diffuso e sottrarlo all’incuria.


Cori illumina la Notte Italiana a Cracovia
Grande apprezzamento per le eccellenze del territorio in mostra all’Istituto Italiano di Cultura
Notte Italiana all’insegna della Città di Cori e delle sue eccellenze, protagoniste dell’evento promozionale della Qualità e Bellezza Made in Italy, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia, nella giornata di martedì 15 Marzo. Strepitosa l’accoglienza e l’ospitalità riservata alla Delegazione del Comune di Cori, guidata dal Sindaco Tommaso Conti e dalla Delegata all’Agricoltura Sabrina Pistilli, accompagnati dal dott. Pietro Vitelli, che da anni cura le relazioni tra Italia e Polonia, e da alcuni produttori dell’agroalimentare corese: Biscottificio Alessi, Pietra Pinta, Marco Carpineti, Cincinnato, OrtoCori e Le Bontà di Fabrizio Nardi.
A fare gli onori di casa c’erano il Direttore dell’I.I.C., dott. Ugo Rufino; la Console Italiana a Cracovia, dott.ssa Anna Boczar-Trzeciak; i rappresentanti della Camera di Commercio di Cracovia ed impresari locali. Presente anche Janusz Chwierut, Sindaco di Oświęcim, la cittadina polacca ormai prossima al gemellaggio con Cori. Ad attenderli un pubblico delle grandi occasioni che ha riservato loro un caldo benvenuto. I presenti hanno ascoltato con attenzione quanto detto durante la conferenza; con altrettanto interesse hanno guardato i video del paese lepino e sfogliato la guida cittadina. Ma soprattutto hanno apprezzato l’assortimento di prodotti tipici in degustazione.
La partecipazione all’iniziativa, preparata nell’incontro di Gennaio tra il Sindaco Tommaso Conti e il Direttore Ugo Rufino, e poi perfezionata dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Cori e dalla Pro Loco Cori, ha offerto una prestigiosa ed importante vetrina per mettere in mostra tutte le ricchezze del territorio di Cori e Giulianello. In una città, Cracovia, che conta oltre mezzo milione di abitanti, di cui seimila parlano italiano, ed oggi è il principale centro culturale, artistico ed universitario del Paese. La Delegazione di Cori inoltre torna a casa con un prezioso bagaglio di contatti istituzionali ed imprenditoriali.


Concorso per fotogiornalisti documentaristi alle prime armi
Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano
Organizzato dall’International Festival of Photojournalism and Documentary Photography a Valencia, Spagna, il concorso intende premiare attraverso ilPhotOn Grant gli appassionati di fotogiornalismo documentaristico la cui carriera non è ancora consolidata e che non abbiano pubblicato i propri lavori sui maggiori media. I partecipanti devono presentare una singola serie fotografica o una storia, fino ad un massimo di 15 immagini. I lavori terminati prima del Gennaio 2014 non verranno accettati.
Verranno selezionati 10 finalisti per partecipare alle giornate del Portfolio Review  e il Multimedia screening. Il vincitore riceverà 2.000 euro e vedrà il suo lavoro inserito all’interno di un libro che farà parte della collezione PhotOn Festival. È prevista una quota di iscrizione di 15 euro. Le iscrizioni sono aperte fino al 31 Marzo 2016. Maggiori informazioni su http://www.photonfestival.com/rules-grant-photon/?lang=en

Rispondi alla discussione

Facebook