sabato 10 Aprile 2021,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Cori informa

scritto da Redazione
Cori informa

“Una settimana da ricercatore”. Vinci uno stage estivo presso un laboratorio di ricerca
Consiglio Giovani e Sportello Eurodesk informano
Il CusMiBio, le Università di Biologia e Biotecnologie del piano PLS e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, organizzano per gli studenti di terza, quarta e quinta provenienti da tutte le scuole secondarie di secondo grado di qualsiasi regione italiana il concorso: “Una settimana da ricercatore 12° edizione”, che si svolgerà il giorno 20 Maggio 2016 alle ore 15,00.
Il concorso consiste in una prova al computer della durata di 30 minuti, con 32 quiz interattivi a risposta multipla, riguardanti principalmente gli argomenti trattati nei BioLab del CusMiBio e alcune domande saranno in inglese.  Le domande verteranno essenzialmente su DNA, trascrizione e traduzione, mutazioni geniche, polimorfismi del DNA, cromosomi e cariotipo, trasmissione di caratteri ereditari, tecniche di laboratorio (elettroforesi del DNA, PCR, sequenziamento, tecniche di clonaggio, trasformazione batterica).
Tutti questi argomenti sono trattati in modo più o meno approfondito in vari testi per le scuole secondarie. I migliori studenti classificati usufruiranno di uno stage gratuito di una settimana presso un laboratorio di ricerca universitario (le spese di trasporto, vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti).
Verrà stilata una graduatoria di merito su scala nazionale. Il numero dei premiati (minimo 20) potrà essere incrementato in relazione al numero dei partecipanti, al numero di stage offerti dalle varie sedi universitarie e alla distribuzione degli studenti sul territorio nazionale. Lo stage si svolgerà al termine dell’anno scolastico, nei mesi di Giugno, Luglio o Agosto.
Le Iscrizioni on-line fino al 7 Maggio 2016. Maggiori informazioni su http://www.cusmibio.unimi.it/concorso.html.


Cori: Teoria e pratica per la potatura degli olivi
Consegnati gli attestati di partecipazione ai 27 corsisti. Novità di quest’anno le prove di assaggio dell’olio. Erano presenti esperti del settore e i rappresentanti dell’intera filiera olivicola.
Si è concluso lo scorso fine settimana presso il Ristorante Sette Camini con la consegna degli attesti di partecipazione il corso base per la potatura degli olivi, organizzato dall’Aspol – Associazione Provinciale Produttori Olivicoli Latina – e dal Capol – Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina – con il patrocinio del Comune di Cori.
Tre giornate formative dedicate alla fisiologia della pianta, le principali malattie, le esigenze nutritive, l’importanza della luce, le tecniche di potatura più usate. Novità di quest’anno l’approfondimento sulle caratteristiche organolettiche dell’olio extravergine di oliva, con prove pratiche d’assaggio, tappa fondamentale per garantire la qualità del prodotto e quindi la bontà del lavoro svolto a monte.
Dopo l’ascolto in aula, a Palazzetto Luciani, i 27 corsisti hanno sperimentato con mano l’arte della potatura negli uliveti dell’Azienda Agricola Biologica Lauro Della Vecchia. Le lezioni sono state affidate ad esperti come i dottori agronomi Alberto Bono, Pier Luigi Ricci e Carmine Parlapiano e il Presidente del Capol, Capo panel Luigi Centauri.
L’iniziativa ha coinvolto rappresentanti di tutta la filiera olivicola, tra olivicoltori, tecnici ed operatori del settore, che hanno appreso utili suggerimenti su come far fruttare le piante riducendo l’alternanza delle produzioni, evitando il precoce invecchiamento della pianta, arginando le malattie da parassiti e migliorando la qualità delle olive prodotte e dell’olio.
La formazione è l’indispensabile punto di partenza per migliorare il prodotto e favorire il rilancio dei territori a forte vocazione olivicola, come il comprensorio di Cori. L’acquisizione da parte dei produttori di competenze sempre più specifiche è uno dei requisiti fondamentali per consentire il salto di qualità da semplice olivicoltore a imprenditore olivicolo.

Rispondi alla discussione

Facebook