venerdì 16 Aprile 2021,

Politica

Ξ Commenta la notizia

Cori. Il report del consiglio comunale

scritto da Redazione
Cori. Il report del consiglio comunale

Il Consiglio Comunale di Cori ha approvato martedì pomeriggio i cinque punti all’ordine del giorno. Passa (12 sì e 2 astenuti) il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2014-2016 predisposto dall’Assessorato ai Lavori Pubblici di concerto con l’Ufficio Tecnico Comunale. Oltre due milioni e mezzo di euro da investire nel prossimo triennio principalmente in interventi di edilizia scolastica, valorizzazione dei centri storici, riduzione del rischio idrogeologico, viabilità e pubblica illuminazione, tra le priorità individuate dall’Amministrazione.
Accolte anche le due varianti al Piano Regolatore Generale proposte dal Sindaco Tommaso Conti, titolare dell’Urbanistica. Con una si è proceduto all’inserimento nella disciplina in materia di realizzazione del c.d. fronte vasto di apposita regolamentazione per derogare anche all’indice di fabbricabilità, oltre che alla superficie minima del lotto, alle distanze dalle strade e all’altezza massima, qualora si debba procedere al completamento di quinte urbane definite e consolidate (13 sì e 2 astenuti).
Con l’altra invece è stata decretata la declassificazione in zona agricola dell’area D di Giulianello, come richiesto da molti cittadini in mancanza di interesse allo sfruttamento della sua precedente destinazione urbanistica, segno evidente che in molti stanno anche riconsiderando la possibilità di un ritorno all’agricoltura come fonte di sostentamento per sé e per le proprie famiglie (11 sì, 3 no e 1 astenuto). “Un provvedimento importante – ha sottolineato il primo cittadino – che va inserirsi in una politica di recupero dei suoli agricoli, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, di tutela del territorio e valorizzazione del suo particolare legame con l’attività agricola, che negli ultimi tempi di crisi è la sola che conosce investimenti di rinnovamento delle colture e di sviluppo delle attività, puntando molto sulla qualità dei prodotti.”
Unanime consenso per il PUA della Ditta “Ricci Patrizia” che prevede un’edificazione in zona agricola a destinazione produttiva e di stoccaggio, funzionale all’attività dell’azienda. Ratificato all’unanimità, infine, lo schema di convenzione per la gestione in forma associata del servizi di segreteria generale con il Comune di Roccasecca dei Volsci.

Rispondi alla discussione

Facebook