domenica 22 Maggio 2022,

News

Ξ Commenta la notizia

Cori alla presentazione del bando regionale “Le strade del Commercio del Lazio”

scritto da Redazione
Cori alla presentazione del bando regionale “Le strade del Commercio del Lazio”

Il Comune di Cori ha partecipato alla presentazione del nuovo bando regionale per le Reti di Imprese “Le strade del Commercio del Lazio”, a cura dell’assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Lazio. Sono intervenuti, oltre all’assessore al ramo Paolo Orneli, anche l’assessore alle Attività Produttive di Roma Capitale Monica Lucarelli e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. L’incontro si è tenuto a Roma presso la libreria indipendente ELI.

 

Il bando rappresenta una misura strategica per finanziare progetti presentati da Reti di Impresa di attività economiche su strada, un aiuto concreto per sostenere negozi di vicinato, botteghe artigiane, pubblici esercizi, mercati rionali. Il finanziamento massimo erogabile per ciascun programma di rete è pari a 100.000 euro, per un importo complessivo di 15 milioni di euro, al fine di incrementare la competitività di micro, piccole e medie imprese nei Comuni del Lazio.

“Un’opportunità da cogliere e sfruttare – commentano il sindaco di Cori Mauro De Lillis e la delegata alle Attività Produttive Annamaria Tebaldi- memori soprattutto del riscontro positivo che il primo bando ha avuto sul territorio grazie alla sinergia e collaborazione tra l’Ente e la Rete di Imprese “Cori e Giulianello in rete”, costituita nell’ottobre 2017, che ha di fatto permesso la realizzazione di opere di arredo urbano, manifestazioni, eventi culturali e operazioni di marketing. Ora siamo pronti a rispondere al nuovo bando, con scadenza il prossimo 30 giugno, per recuperare nuovi luoghi, migliorare il decoro urbano e allo stesso tempo dare opportunità di sviluppo e crescita alle attività del territorio. Dunque, una misura di grande importanza che punta a sostenere e rilanciare un settore quale quello del commercio di prossimità, messo a dura prova dalla recente pandemia”.

I commenti non sono chiusi.

Facebook