martedì 25 giugno 2019,
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo
Ditta edile artigiana Picone Vincenzo

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Comune di Latina: la maggioranza approva il bilancio

scritto da Redazione
Comune di Latina: la maggioranza approva il bilancio

E’ stato approvato con i voti della sola maggioranza (i dissidenti Antoci e Di Trento erano assenti al momento del voto, mentre Tassi ha votato contro) a notte inoltrata, dopo una lunga discussione in consiglio Comunale il bilancio di previsione 2019, presentato dall’assessore Gianmarco Proietti. Nel documento spiccano i fondi destinati soprattutto alle opere pubbliche, scuole e strade. “Il decoro a cui aspiriamo – ha detto Proietti – è soprattutto umano: i cittadino è al centro della nostra azione”. “L’indirizzo politico è la ricostruzione di una città che possa vivere la sua quotidianità in modo “normale”.

Nel dettaglio si investiranno 1.145.610 nella scuola Prampolini, 912.888 nella scuola Mazzini, 1.141.900 nella scuola Giuliano, 1.144.727 nella scuola Corradini, 891.539 nella scuola Vito Fabiano e 347.750 per la manutenzione ordinaria degli edifici scolastici.

1.800.000 andranno alla riqualificazione del Garage Ruspi, 1.000.000 per la riqualificazione degli uffici di Via Varsavia, 1.456.000 per il tratto di pista pedonale su via del Lido, 1.800.000 per Porta Nord, 8.300.000 per Via Massaro, 313.000 per il Collo d’Oca, 155.000 per Foce Verde, 390.000 per la Zona Pub e 170.000 per il mantenimento delle fontane.

128.000 euro andranno all’arredo urbano, 800.000 per completare la sostituzione delle caldaie nelle scuole e migliorare l’efficienza energetica, 172.321 per Vasco de Gama e 460.000 per la separazione delle utenze del Palazzetto. “Dobbiamo investire nelle scuole, per una città che abbia capacità di futuro, dobbiamo investire nel decoro urbano, per una città che si educhi al rispetto per le persone, perché l’ambiente è il “primo educatore” muto, un maestro senza parola”, ha detto l’assessore Gianmarco Proietti.

“La persona, il cittadino di Latina, deve essere al centro della nostra azione Politica, ma la Politica deve avere delle priorità: e tra i cittadini, la Politica, questa Politica, parte dai cittadini più in difficoltà: disoccupati, poveri, disagiati. A loro dobbiamo primariamente rispondere e loro per primi devono trovare in questa aula le risposte alle loro istanze. Per questo motivo investiamo anche nella cultura, che per la prima volta può amministrare più di trecentomila euro”.

Ma l’assessore Proietti non spera di trovare consensi tagliando l’erba e aggiustando le strade: “Questo non darà felicità ai cittadini, non illudiamoci. Se pensiamo a quanto è stato speso in questi due anni in più e meglio sulle strade e sulle scuole, dovremmo avere consensi enormi. Noi sappiamo che senza soddisfazione di vita dei nostri cittadini non costruiamo un consenso profondo, ma dobbiamo stare attenti che oggi, nessuna forza politica può garantire felicità per elargizione di opere. La felicità dipende da condizioni personali che aumentano le nostre potenzialità e capacità di fare, da condizioni territoriali che rendono possibile la nostra libera iniziativa e da un “ultimo miglio” che è fatto dalla personale capacità di attivarci. Per capirci, possiamo essere al top di reddito, salute e istruzione, vivere nel migliore dei paesi possibili dal punto di vista delle condizioni di contesto ma passare la giornata buttati sul divano o con un telefonino in mano pronti a postare video non per denunciare e migliorare ma solo per appagare un frustrante egoismo mascherante una vita infelice. Se manca l’ultimo miglio della felicità, non possiamo essere felici”.

“E’ la poderosa quanto silenziosa ristrutturazione della quotidianità della città praticata attraverso i Patti di Collaborazione, il Bilancio Partecipato, il Baratto Amministrativo, le Consulte di Partecipazione, La città dei Bambini, Il sistema educativo 0-6, la Sicurezza legata indissolubilmente non al mero controllo ma alla Partecipazione: questi sono gli strumenti per rendere davvero “felice” la nostra città, una felicità che sappiamo bene, occorre tempo per essere costruita, ma, sappiamo altrettanto bene, sarà una ricchezza per tutti”.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+