sabato 11 luglio 2020,

Cronaca

Ξ Commenta la notizia

Cisterna di Latina, brucia la ex Olivieri

scritto da Redazione
Cisterna di Latina, brucia la ex Olivieri

Brucia l’ex Olivieri di Cisterna di Latina. Le squadre dei vigili del fuoco sono state al lavoro fino alle 11 per domare il rogo. 14 ore di fuoco e di fumo là dove sorge lo stadio Bartolani. Questo è un sito industriale dismesso, che si trova in via delle Industrie, nella zona artigianale di Cisterna, da tempo era diventato riparo per i senzatetto. Al momento non risultano persone coinvolte nel vasto incendio.Le cause sono da accertare Qualche barbone,forse, ha acceso un falò per riscaldarsi e poi il fuoco si è propagato ed è sfuggito al controllo dei presenti.Oppure è stato doloso? Solo ipotesi al momento.

” I miei più sentiti ringraziamenti alle squadre dei Vigili del Fuoco che stanno ancora lavorando – ha scritto questa mattina su Facebook ,il sindaco Mauro Carturan -. In attesa di conoscere il loro responso definitivo sulle cause scatenanti, al momento non sembrano esserci pericoli per la popolazione”.Sul posto anche i carabinieri della locale stazione.Una volta qui si produceva il fior di latte, così come la Cisternino, quando Carturan era a capo della cooperativa ed era già sindaco della città di Cisterna. Ti ricordi Mauro,quando a Natale facevi degli omaggi a tante persone con il tuo ottimo fiordilatte ? Poi tutto svanì e le gustose mozzarelle scomparvero dalla nostra tavola,ma tu non abbandonasti la politica ed oggi sei ancora il primo cittadino di Cisterna,mentre Olivieri e Cisternino sono solo uno sbiadito ricordo.

E’ stato così anche per Pettinicchio, che i latinensi ricordano con nostalgia. Oggi, comunque,le mozzarelle vengono prodotte da altri caseifici che si si stanno affermando, perché la mozzarella dell’agro pontino resta sempre un prodotto tipico che va salvaguardato.

Rispondi alla discussione

Seguici

Facebook

Twitter

Google+