martedì 24 Novembre 2020,

Regione

Ξ Commenta la notizia

Asili, nuove audizioni in V Commissione

scritto da Redazione
Asili, nuove audizioni in V Commissione

​Proseguono, nella V commissione presieduta da Cristian Carrara (Pd), le audizioni sulla proposta di legge “Disposizioni in materia di servizi socioeducativi per la prima infanzia”, di iniziativa della Giunta e adottata come testo base dalla commissione lo scorso 13 luglio. Sono stati ascoltati rappresentanti di enti locali e di associazioni. Il Consorzio Cooperative Sociali “Famiglie Solidali”, rappresentato da Ferdinando Perretti e da Monsignor Gianfranco Basti, ha apprezzato l’impianto del testo e illustrato il sistema di welfare creato attraverso una rete solidale formata da famiglie che si scambiano servizi. Proposto un emendamento all’articolo 31 sui nidi familiari, per favorire l’associazione di famiglie per gestire nidi fino a venti bambini, con un operatore (iscritto ad un Albo) ogni sei utenti. Paola Bartoloni, presidente dell’ associazione “le Ali” ha insistito sulla necessità di aggiornare i profili professionali e i titoli di studio previsti dalla nuova legge, con riferimenti a insegnanti ed educatori. Maria Teresa Bellucci, presidente nazionale di Modavi onlus, ha apprezzato in modo particolare l’articolo 19 sull’idoneità psico-attitudinale degli operatori che presteranno la propria attività nei servizi socioeducativi. E’ stata richiesta la presenza di un rappresentante del terzo settore nella commissione regionale prevista all’articolo 36. Criticità sono state rilevate rispetto al rapporto numerico previsto tra personali e bambini, richiedendo una maggiore esplicazione dei parametri elencati nell’articolo 28. La parola è quindi passata ai rappresentanti dei Comuni. Per Rieti, l’assessore Stefania Mariantoni ha posto l’attenzione sui controlli dei nidi in famiglia Assenti i rappresentanti di Roma Capitale, Frosinone e Latina. Presenti i consiglieri Bonafoni (Sel), Manzella (Pd), Petrassi (Cd), Perilli (M5S), Pernarella (M5S).

Rispondi alla discussione

Facebook