sabato 15 Maggio 2021,

Dai Comuni

Ξ Commenta la notizia

Al via i Puc: a Fondi chi percepisce il reddito di cittadinanza lavora per la collettività

scritto da Redazione
Al via i Puc: a Fondi chi percepisce il reddito di cittadinanza lavora per la collettività

Tutto pronto a Fondi per l’avvio dei Puc, i progetti utili alla collettività, che consentiranno a chi percepisce il reddito di cittadinanza di lavorare per il miglioramento dei servizi cittadini.

Il progetto, approvato nell’ambito del comitato dei sindaci del distretto socio sanitario LT4, è stato approvato in giunta a Fondi lo scorso venerdì ed è pronto per prendere il via. Sono 100, in totale, i destinatari per un totale di cinque diversi settori.

«Il reddito di cittadinanza – spiegano il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e l’assessore ai Servizi sociali Sonia Notarberardino – prevede che i beneficiari sottoscrivano un patto per il lavoro, a cura del centro per l’impiego, e un patto per l’inclusione sociale, a cura del settore competente del Comune di appartenenza. All’interno dei vari patti è quindi prevista la partecipazione ai Puc, ossia servizi utili alla collettività in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e, in linea generale, a tutela dei beni comuni. Si tratta di una grande opportunità per tutti: per la città, per il miglioramento dei servizi e per i diretti interessati che lavoreranno, dalle otto alle 16 ore settimanali, per un totale di sei mesi. Chi si rifiuterà di svolgere le attività proposte, verrà segnalato all’Inps e rischierà di perdere il sussidio. I Puc, insomma, sono da intendersi come un’attività di restituzione sociale per coloro che ricevono il reddito di cittadinanza ma, allo stesso tempo, rappresentano un’occasione di inclusione e di crescita per i diretti interessati. Un sentito ringraziamento agli uffici del settore Servizi Sociali che si sono dedicati al progetto perché dietro a questo servizio di cui beneficerà l’intera collettività, c’è un lavoro lungo e complesso».

Sono cinque i progetti attivati a Fondi ognuno dei quali supervisionato da un diverso tutor. La sottoscrizione del patto, inoltre, prevede l’automatica copertura assicurativa. L’intero costo è a carico del ministero competente.

Progetto 1 – Fondi Project Green (Settore ambiente e tutela dei beni culturali)

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere la tutela del bene comune ovvero gli spazi pubblici e le aree verdi di Fondi. Le attività riguardano la vigilanza degli ingressi/uscite dei parchi, la manutenzione delle aree verde, la cura degli spazi pubblici, servizio di misurazione della temperatura, l’ausilio nella compilazione del modello di riconoscimento dei soggetti ospitati nell’area interessata in riferimento alle recenti normative anti-covid.

Numero dei beneficiari: 40 di cui 20 in carico ai servizi sociali e 20 in carico al Centro per l’Impiego.

Luoghi interessati: Palazzetto dello Sport, Parco Nicholas Green, Area verde Maria Pia di Savoia, Parco Josemaria Escrivà, Parco Falcone e Borsellino.

Progetto 2 – È tempo di cultura (Settore culturale)

Il progetto ha l’obiettivo di potenziare le attività di orientamento al cittadino sulla conoscenza delle iniziative culturali organizzate da associazioni di volontariato e dall’amministrazione. Le attività riguardano orientamento e guida turistica sul territorio, servizio termo scanner temperatura all’ingresso, guida alla compilazione di riconoscimento dei soggetti che accedono alle strutture e regolazione e vigilanza negli ingressi/uscite.

Numero dei beneficiari: 14 beneficiari di cui 7 in carico ai servizi sociali e 7 in carico al Centro per l’impiego.

I luoghi interessati sono: Castello Baronale e Museo Civico.

Progetto 3 – Volontari in azione (Settore sociale)

Il progetto ha l’obiettivo di potenziare le attività svolte presso l’ospedale “San Giovanni di Dio”di Fondi. Le attività riguardano l’orientamento nei servizi socio sanitari di bassa soglia, filtro e smistamento delle richieste presentate dal cittadino, orari di accesso alla struttura, prenotazioni sanitarie, servizio di misurazione della temperatura all’ingresso, guida alla compilazione del modello dei soggetti che accedono alla struttura ospedaliera, regolazione e vigilanza negli ingressi. Numero dei beneficiari: 6 beneficiari di cui 3 in carico ai servizi sociali e 3 in carico al centro per l’impiego.

Progetto 4 – Valorizziamo la costa (Settore ambiente e tutela dei beni comuni)

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere la tutela del bene comune ovvero il litorale di Fondi, mediante azioni volte a valorizzare la cura e la pulizia delle spiagge. Le attività riguardano la pulizia di tratti di spiaggia pubblica, con la raccolta dei rifiuti e il conferimento degli stessi negli appositi mastelli, la cura degli spazi pubblici, un supporto degli operatori ecologici ed infine il servizio di vigilanza del distanziamento degli ombrelloni in riferimento alle normative anti-covid. Numero dei beneficiari: 30 beneficiari di cui 15 in carico ai servizi sociali e 15 in carico al centro per l’impiego.

Le aree interessate sono: litorale Holiday, litorale Rio Claro, litorale Capratica, litorale Tumulito, Sant’ Anastasia, litorale Pedemontano e litorale Torre Canneto.

Progetto 5 – Custodi…amo Fondi (Settore ambiente e tutela dei beni culturali)

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere la tutela del bene del comune ovvero gli spazi pubblici e le aree comuni (in questo caso il cimitero comunale).

Le attività riguardano la vigilanza degli ingressi/uscite dal cimitero, la manutenzione dell’area verde, la cura dello spazio comune, il servizio termo scanner/misuratore per la temperatura all’ingresso, ausilio per la raccolta e il conferimento dei rifiuti negli appositi cassonetti. Il servizio rappresenta un potenziamento delle attività già svolte dalla cooperativa.

Numero dei beneficiari: 10 beneficiari di cui 5 in carico ai servizi sociali e 5 in carico al Centro per l’impiego.

I commenti non sono chiusi.

Facebook